Salviette autoabbronzanti Garnier: funzionano davvero?

salvietta-autoabbronzante

Miei cari,

diciamolo: in estate avere un colorito che non sia quello di un cadavere a passeggio è molto piacevole. Dal momento che non è sempre facile abbronzarsi al sole, specie se come me si ha lo stesso colorito di Casper e serve un mese al mare solo per diventare beige, ben vengano gli autoabbronzanti.

Sarò onesta: fin’ora ho provato solo alcune creme autoabbronzanti, che francamente su di me non avevano sortito questo grande effetto. Purtroppo non posso fare neppure le lampade, dato che ho migliaia di nei a rischio, quindi ciccia.

La mia ultima spiaggia sono quindi gli autoabbronzanti veri e propri e così, quando mi sono imbattuta in queste favolose salviette Garnier, non ho potuto fare a meno di comprarle, alla modica cifra di 1, 20 euro a bustina.

Come funzionano? Sono delle semplici salviette, del tutto simili a quelle per struccarsi, che vanno passate su viso e collo con regolarità per alcuni giorni, finché non si ottiene il colorito desiderato. Dopo l’applicazione, stando a ciò che dice la confezione, il colore compare dopo qualche ora. Nel frattempo, bisogna subito lavare bene le mani e naturalmente, lasciare che il prodotto si assorba bene prima di rivestirsi. Il prodotto non dovrebbe macchiare, nè conferire un colorito troppo aranciato.

La mia opinione: Le salviette sono effettivamente facili da usare, non sono eccessivamente imbibite quindi il corpo si asciuga in pochi minuti e sono anche piuttosto pratiche, anche se siete in  viaggio, L’odore non è piacevolissimo, un po’ come quello di tanti autoabbronzanti. Ho fatto due applicazioni e purtroppo non ho notato alcun risultato, forse giusto un leggero ingiallimento sulle braccia ma niente di più (ho deciso di metterle soltanto sul corpo). Ora è vero che io sono veramente pallida e non mi aspettavo miracoli ma neppure che dopo due applicazioni non si vedesse granché se non con un ENORME sforzo di immaginazione.

In conclusione: Poiché ho un altro paio di salviette credo ripeterò le applicazioni ma sinceramente, ora come ora il prodotto non mi ha convinto e non credo lo riproverò. Lo consiglierei forse solo a chi a già un colorito olivastro o comunque lievemente abbronzato, soprattutto per capire se fa la differenza con una carnagione chiara come la mia.

E voi? Avete mai provato questo prodotto? Quale autoabbronzante mi consigliereste?

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, Me and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to Salviette autoabbronzanti Garnier: funzionano davvero?

  1. Pier(ef)fect says:

    Sapevo che non ti avessero soddisfatta ed è un vero peccato! Ne avevo letto bene :/

  2. jesslan says:

    Quello che non mi convince degli autoabbronzanti è proprio l’ingiallimento! Su di me l’effetto ittero è dietro l’angolo!

  3. marymakeup says:

    io metto solo una crema sulle gambe (che è un bb cream per il corpo a dire il vero) solo se devo mettere un paio di pantaloncini o una gonna e devo quindi scoprire le gambe che magari sono ancora bianche. Non amo particolarmente gli auto abbronzanti…si diventa gialli o nel caso peggiore anche arancioni, e quindi preferisco rimanere bianca slavata, meglio 😀

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s