Cucina con Rory: la brioche rustica di zia Mary

brioscio

Miei cari,

oggi torna la gloriosa rubrica #CucinaConRory e per l’occasione vi parlerò di una ricetta che mi ha girato la mia cara amica Mary Tribbiani e che io ho modificato leggermente. Si tratta di una brioche rustica (che all’occorrenza può diventare anche salata) che io ho farcito con dei salumi ma dentro potete metterci ciò che più vi aggrada. Tip per vegani: in questa brioche non c’è burro però c’è il latte, che può essere sostituito con del latte vegetale non dolce, tipo di riso e poi c’è un uovo, che può essere sostituito aggiungendo un altro po’ del già citato latte.

Ingredienti:

550 g di farina (metà 00 e metà manitoba)

250 g di latte tiepido

50 g di olio extravergine di oliva

1 cubetto di lievito di birra

1 cucchiaino di zucchero

1 uovo

1 cucchiaio di sale

1 tuorlo d’uovo + un uovo sbattuto per spennellare (o latte)

Per la farcitura:

100 gr. di provola affumicata o scamorza

100 gr. di prosciutto cotto

100 gr. di salame tipo Napoli

Procedimento

  1. Mettere una bella hit che vi dia energia, perché ci sarà da impastare. Lasciar intiepidire il latte. Metterne due dita in una tazza e sciogliere il lievito con il cucchiaino di zucchero, quindi lasciar riposare. Nel frattempo, mescolare le due farine con il sale.
  2. Aggiungere il lievito misto al latte nella farina, quindi incorporare piano anche il restante latte, l’olio e l’uovo, avendo cura di mischiare per bene.
  3. Una volta esauriti gli ingredienti, iniziate ad impastare energicamente. Se l’impasto vi sembra troppo molle, aggiungete un po’ di farina o se è troppo duro, un altro po’ di latte. Se avete una macchina del pane o una impastatrice, ovviamente potete impastare con quella, altrimenti fate a mano, che secondo me è molto più divertente.
  4. Una volta ottenuta una bella pallotta liscia e omogenea, mettetela in una ampia ciotola col fondo lievemente infarinato, che poi coprirete con della pellicola trasparente e farete lievitare al caldo per circa 2h.
  5. Passate le ore, riprendete velocemente l’impasto su una spianatoia infarinata, quindi stendetelo con un matterello (dovrà essere spesso circa 1 cm). Dividete la sfoglia in tre sezioni con un taglia pasta e quindi farcitele a più non posso, avendo cura di disporre la farcitura sul centro, per poi poter agevolmente chiudere a “salsicciotto” le varie sezioni sigillandole con le dita. Ovviamente potete dare al vostro brioscio la forma che più vi aggrada, compreso fare tante piccole pallette.
  6. Intrecciate le tre sezioni e ponetele su una leccarda foderata di cartaforno. Il treccione, o le briochine, dovranno lievitare per ancora una mezz’ora.
  7. Una volta trascorso questo tempo, spennellate con l’uovo battuto e quindi infornate per circa 35 minuti in forno preriscaldato a 180 gradi.                                                                                                                             Buon appetito!

 

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, Me and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

5 Responses to Cucina con Rory: la brioche rustica di zia Mary

  1. alemarcotti says:

    Cavolo…. Ma credi sia fattibile anche per me??? Ci vorrei provare

  2. francimakeup says:

    😍😍😍😍😍 chissà che bontà anche l aspetto è bello

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s