La vita, gli assorbenti ed io

bmd

Miei cari,

poiché su questo blog si parla di tutto ma veramente di tutto, compreso le cose di cui nessuno parla, oggi torno a parlarvi di assorbenti perché ammettiamolo, questo tipo di post è molto più utile di tanti altri!

Ad ogni modo, tornerò sull’argomento Lines perché ho avuto modo di provare tutti i nuovi prodotti della gamma e così volevo condividere con voi la mia esperienza. Probabilmente li avrete già notati nei negozi, sono quelli che recano il logo del loro 25esimo anniversario, perché proprio per questa occasione l’azienda ha deciso di rinnovare i propri assorbenti per renderli sempre più performanti.

In sostanza, Lines ha cercato di mantenere le storiche caratteristiche dei Seta Ultra conferendo loro però diversi tocchi innovativi, riuscendo effettivamente a migliorarli di parecchio. Tra le novità segnalate bisogna citare innanzitutto il nuovo design, con una forma anatomica molto comfortevole, dotato di barriere protettive pensate proprio per dare alle donne più tranquillità durante il movimento. Anche le famose ali a farfalla sono diventate più grandi e protettive, con una maggiore aderenza agli slip. Il filtrante è rimasto quello a ricamo che però, grazie ai nuovi fori a imbuto, fa sì che il flusso penetri velocemente in modo da restituire una sensazione di asciutto e pulizia.

Sapete che con queste cose tendenzialmente sono scettica, però qui ho potuto constatare le reali migliorie del prodotto e quindi col cuore faccio i complimenti a Lines, che ha reinventato la sua linea incrementandone le qualità senza però per questo alzare smodatamente i prezzi.

Acquisto assorbenti Lines da sempre, quindi per me fare un paragone è stato molto semplice e ho cercato di testare un po’ tutti i formati di assorbenti in diversi momenti cruciali, come andare a fare sport o decidere di indossare dei pantaloni bianchi, cosa che col ciclo spesso è proibitiva. Ebbene, come non mi accadeva se non con gli assorbentazzi della nonna, quelli spessi 5cm, sono riuscita per la prima volta a non sporcarmi (mai, nemmeno il secondo giorno,durante la notte), stando comunque comoda, perché lo spessore dei Lines è rimasto invariato, dunque non crea il fastidioso “effetto pannolone” e non si nota neppure sotto i leggings. La sensazione di asciutto era effettivamente maggiore rispetto al solito ed ho notato anche un certo effetto traspirante, infatti non ho avuto alcun problema, mentre in passato mi è successo di provare fastidio, proprio come se la pelle non riuscisse a respirare. Insomma, provateli perché ne vale la pena, non ve ne pentirete.

Tra l’altro, con questa edizione per l’anniversario, Lines con la campagna Lines Loves Me ha aiutato il progetto Pink is Good della Fondazione Veronesi, volto alla prevenzione del tumore al seno, oltre a promuovere in generale il benessere delle donne. Fino al 18 dicembre, infatti, acquistando un prodotto a marchio Lines (e conservando lo scontrino fiscale), col codice che si trova all’interno si può partecipare ad un concorso con ricchi premi, tra cui un corso di yoga, uno chef a domicilio ma anche un checkup senologico (per tutte le informazioni, date un’occhio al sito ufficiale cliccando qui).

Non male, eh?

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Carolina Invernizio, Fotografie, Me and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

6 Responses to La vita, gli assorbenti ed io

  1. francimakeup says:

    Io sto provando ad usare la coppetta ma una confezione di assorbenti nel mio armadietto non manca mai

  2. marymakeup says:

    io uso Lines da una vita….sai che non ho letto del concorso? :/

  3. jesslan says:

    Pure io come Franci sto iniziando a usare la coppetta, ma ho assorbenti in tutte le borse e nello sgabuzzino ho ancora un po’ di scorte 🙂

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s