Cucina con Rory: Le Nuvolette napoletane

Nuvole

Miei cari,

iniziamo con dolcezza questo primo lunedì di giugno con una ricetta che mi è piaciuta moltissimo, perché pur essendo semplice da realizzare è davvero buona e anche di effetto, quindi non potevo non inserirla in uno degli appuntamenti della premiata (?) rubrica Cucina con Rory!

Si tratta di una ricetta che è il pezzotto delle celebri briochine della pasticceria Poppella di Napoli, ovvero i Fiocchi di Neve, che sono delle vere e proprie delizie. Disclaimer: Ovviamente gli originali sono MOOOOLTO più buoni ma se non siete napulegni o comunque vi diverte l’idea di farli in casa, questa ricetta può fare per voi. Aggiungo anche che l’impasto delle brioche può essere anche utilizzato con una farcitura salata, ad esempio per preparare dei panini (o cornettini) per una festa.

Ingredienti (per circa 20-22 briochine)

  • 275 gr di farina 00
  • 275 gr di farina Manitoba
  • 200 ml di latte tiepido
  • 20 gr lievito di birra fresco
  • 60 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 75 gr olio di semi di girasole
  • una bustina di vanillina

Per la farcia:

  • 200 gr di ricotta di pecora/bufala
  • 250 ml di latte caldo (non bollente)
  • 20 gr di farina o amido
  • 50 gr di zucchero
  • 200 ml di panna da montare (potete usare anche quella fresca, a cui andrà aggiunto dello zucchero)

Zucchero al velo per decorare

Procedimento:

  • Mettete una hit che vi tenga compagnia o anche meglio un disco o un essential mix che ci sarà da aspettare un pochino. Mettete un po’ del latte tiepido in una tazza, aggiungete un cucchiaino dello zucchero pesato prima, mescolate e scioglietevi quindi il lievito di birra. Mettete il restante latte in una ciotola ampia, unite lo zucchero, mescolate appena, quindi aggiungete anche l’olio e le uova, avendo sempre cura di mescolare un po’ il tutto.
  • A questi liquidi, aggiungete il mix creato prima con il lievito, quindi unite anche la vanillina e aggiungete a poco a poco le due farine, che avete precedentemente mischiato ed iniziate ad impastare. Impastando impastando, se vedete che l’impasto è troppo molle aggiungete altra farina, se invece è troppo liquido andate con poco latte. Quello che dovrete ottenere è un impasto liscio ed omogeneo, elastico ma non appiccicoso; potete impastare a mano ma volendo, si può utilizzare una planetaria/impastatrice. Una volta che l’impasto è pronto, ponetelo in una ciotola, copritelo con della pellicola trasparente e o uno strofinaccio e ponetelo a lievitare in un luogo ben caldo fino al raddoppio, quindi per circa 2 ore.
  • Intanto, preparate la crema. In un pentolino, mescolate insieme zucchero e farina (o amido) ed unite  a filo, mescolando con una frusta, il latte che avrete scaldato ma che non dovrà essere bollente. Ponete quindi il pentolino sul fuoco e mescolando spesso sempre con la frusta, lasciate addensare la crema di latte, ci vorranno circa 10 minuti. Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire, quindi ponete in frigorifero perché si raffreddi.
  • Quando l’impasto sarà lievitato, riprendetelo sistemandolo su una spianatoia infarinata. Dopo averlo brevemente reimpastato, con l’aiuto di un matterello, stendete una sfoglia spessa circa 2 centimetri. Con un coppapasta circolare di circa 5-6 centimetri tagliate tanti dischetti di pasta, che sistemerete su una teglia foderata di carta da forno. Una volta ultimata questa operazione, coprite la teglia con pellicola o col solito canovaccio e fate lievitare per altri 40 minuti circa.
  • Una volta che le briochine avranno terminato la loro seconda lievitazione, ponetele in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 15 minuti. Riprendente intanto la crema, che oramai si sarà freddata. Unite alla crema la ricotta schiacciata con la forchetta, mescolando bene dal basso verso l’altro e nella stessa maniera, anche la panna montata. Sistemate nuovamente in frigo.
  • Sfornate le briochine e volendo, spennellatele ancora calde con dell’acqua. Quando poi si  saranno intiepidite, apritele per tre quarti e farcitele di crema, quindi spolverizzate con lo zucchero al velo e servite.

 

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Carolina Invernizio, Me, Rock'n'roll and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Cucina con Rory: Le Nuvolette napoletane

  1. Pier(ef)fect says:

    Voglio troppo farle ma soprattutto mangiarle!!! W i dolci napulegni *-*

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s