Post di servizio: FAQ gravidiche

54bc2873a0a80_-_hbz-blake-lively-women-of-worth-01

Blake incinta è sempre favolosa, mica come me!

Miei cari,

giusto per iniziare l’anno col piede giusto e quindi con cose (si spera) utili, oggi vi propongo un post riguardante alcune domande che mi sono state poste soprattutto tramite email riguardo alla mia gravidanza. Avevo già fatto qualcosa di simile qui per quanto riguarda il mio stage al Consolato Statunitense e la mia esperienza da zingara di raiuno che legge i tarocchi, perché mi sono state poste diverse domande su questi tre ambiti e penso che produrre un post sul blog sia più rapido per me ma anche più immediato per chi magari in un futuro si troverà a googlare le medesime perplessità. Ho aggiunto in coda anche qualche dettaglio sul post-gravidanza (oramai è passato un anno!), sempre nella speranza che la mia esperienza torni utile a chi si trova/troverà nella medesima situazione e sbarcherà in codesti lidi.

  • Prima di scoprire di essere incinta avevi strani sintomi? Onestamente, no. Mi sentivo come al solito; se proprio devo trovare un cavillo, forse avevo più sonno del normale ma dal momento che io sono comunque una che dorme (dormiva) moltissimo, probabilmente le due cose non sono correlate.
  • Come hai scoperto di avere la placenta previa? Hai dovuto prestare attenzioni particolari? Per chi non lo sapesse, ecco in soldoni cos’è la placenta previa. L’ha scoperto tramite ecografia il mio ginecologo e siccome la mia era se non sbaglio marginale (o laterale) dunque non la condizione più grave, ad ogni modo non ho dovuto subire alcuna privazione, come tutte le donne in gravidanza cercavo di non stancarmi eccessivamente e di non far grandi sforzi fisici (fino al 5 mese ho anche fatto qualche addominale) e soltanto nelle ultime settimane della gestazione cercavo di non camminare molto per evitare un parto anticipato ma in definitiva, se siete ben seguite da un ginecologo e non vi strapazzate troppo, non avete molto di cui temere.
  • Che esami si fanno in gravidanza? Questo dipende molto dal ginecologo che vi tiene in cura, perché esistono delle Linee Guida per la Gravidanza stabilite dall’OMS, però poi sta alla discrezione del medico e allo stato di salute della paziente consigliare o meno determinati esami. Personalmente ne ho fatti tantissimi e alcuni davvero incredibili, come tamponi rettali (sigh) e il test per l’HIV, oltre a quelli classici come l’emocromo, urine e urinocultura e la curva glicemica, li trovavo estremamente seccanti ma fortunatamente, nulla di troppo doloroso o potenzialmente pericoloso, come può essere un prelievo dei villi coriali o un’amniocentesi.
  • Ti sei trovata bene col parto cesareo? Hai sentito dolore? Quando googlate o chiedete a qualcuno opinioni sul parto, prendete sempre tutto ciò che vi viene riferito con le pinze: ognuno è diverso, ognuno ha le sue esperienze e tutto è relativo, quindi ciò che può essere stato doloroso per me non è detto che lo sia per altri. Innanzi tutto, ho partorito in anestesia totale dunque non ho sentito nulla, nei giorni successivi ho avuto qualche piccolo fastidio e qualche fitta più intensa per l’utero che tornava al suo posto ma niente di insopportabile.
  • Come è andata con l’allattamento? Consiglieresti di allattare? Per quanto io sappia che il latte materno è per un bimbo l’alimento migliore, non credo si possa consigliare una cosa del genere in quanto è una scelta troppo personale. Ci si può informare (con persone competenti) e valutare se farlo o meno, avendo come unico parametro la propria volontà e coscienza. Per quel che riguarda me, non è stata un’esperienza felice, anzi, l’ho detestato e ancora lo detesto, mi sentivo tra l’altro perennemente stanca a causa della mia pressione molto bassa.

Il post gravidanza:

  • Come è cambiato il tuo fisico dopo la gravidanza? Personalmente, ho subito notato che i miei fianchi, già belli larghi di loro, hanno subito un ulteriore power up, dunque sono ancora più ampi. Non è una questione di lardo, è proprio come se le ossa si fossero allargate. Non so se è una mia paturnia o se con qualche altro mese di palestra tutto tornerà normale, tuttavia vedo che anche i jeans o gli abiti tendono a essere più aderenti proprio in quella zona, dunque un fondo di verità ci deve essere. Inoltre il mio seno è più piccino, purtroppo ma d’altronde, prima avevo comunque una taglia microscopica, quindi non è che io possa lamentarmi granché.

Per tornare in forma, ci ho messo comunque più o meno un anno, soprattutto perché all’inizio, complice il freddo e la stanchezza da allattamento, non riuscivo a fare sport e ad avere un’alimentazione equilibrata, anzi, avrei mangiato quintali di pane, avevo una fame tremenda, che non avevo assolutamente in gravidanza. Consiglio a chi desidera di tornare in forma in tempi brevi, di fare movimento e soprattutto un’alimentazione sana  e ben calibrata, soprattutto se si allatta, possibilmente suggerita da un nutrizionista.

Infine, per quanto riguarda l’ambito medico, oltre alle visite di controllo di routine dal ginecologo, proprio a causa della mia placenta previa, ho fatto anche una risonanza magnetica addominale per verificare che tutto andasse bene e null’altro, per fortuna. Per quanto invece concerne il ciclo, altra domanda spinosa, ho scoperto sulla mia pelle che tendenzialmente viene quando si smette di allattare, che è poi lo specchietto per le allodole per cui molte volpi credono che allattando non si possa rimanere incinta ma è una cosa assolutamente falsa.

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Carolina Invernizio, Me, Scoop! and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s