Post di servizio: like a FAQ

Miei cari,

oggi piccolo post di servizio perché ho aperto dopo eoni e secoli la mia email elativa al blog (erano davvero mesi e mesi che non la scaricavo, mea culpa) e così mi sono resa conto che le persone mi scrivono spesso per sapere tre cose, cioè a dire:

  • notizie relative al mio stage al Consolato USA di Napoli
  • notizie relative ai tarocchi
  • notizie relative alla mia gravidanza/parto annesso

Dal momento che spesso mi arrivano anche commenti qui sul blog relativi a queste tre cose, desideravo fornire alcune risposte rapide e spero esaustive, così da soddisfare le esigenze di chi domanda senza che debba per forza rivolgersi a me tramite mail, rischiando di non ottenere risposta in tempi brevi. Dal momento che la gravidanza è un argomento a sè, vi dedicherò un post più avanti, mentre qui voglio raggruppare le domande inerenti agli altri due argomenti che, seppure dissimili, vedremo per brevità di trattare qui.

  1. Come hai fatto ad ottenere uno stage al Consolato USA?  Ho notato che dal sito è scomparsa la dicitura “internship”, ad ogni modo conviene chiedere al docente tutor o alla sezione dedicata (se ne avete una) della vostra università, per vedere se esiste già una convenzione tra essa e l’ente consolare o se si può stipulare. Siccome il corpo diplomatico americano è molto formale, c’è necessità che sia l’università a domandare per voi uno stage, che è una cosa a volte complicata ma non impossibile. Se tutto va in porto, dovrete inviare il vostro curriculum e sarete poi chiamati per sostenere un colloquio di selezione.
  2. Sono laureato/laureando in lettere/ cartoline/ scienze politiche, credi che mi prenderanno per lo stage? Tutto è possibile, dipende da quale ufficio del consolato/ambasciata richiede stagisti. Per dire, un laureando in fisica non avrà grandi possibilità di lavorare ai Public Affairs ma in effetti, uno che studia fisica forse non ha gran voglia di fare uno stage in un consolato!
  3. Che livello di inglese mi serve per lo stage? Come avevo già detto in passato, per la mia esperienza il livello deve essere buono perché comunque si ha a che fare con persone la cui lingua principale è l’inglese e che spesso masticano appena l’italiano, il che genera inequivocabilmente incomunicabilità.
  4. Cosa mi chiederanno al colloquio/come devo vestirmi? Di solito il colloquio è abbastanza generico, si discute delle competenze del candidato e del perché desidera fare quell’esperienza lavorativa. Al solito, più tranquilli si va meglio è, anche per una questione personale, tra l’altro tenete presente che, trattandosi di stage non retribuiti, la posta in gioco non è altissima. Per quanto concerne l’abbigliamento, un look formale andrà più che bene, quindi dei pantaloni/gonna semplice, camicia e pullover, qualcosa di semplice ma non troppo sportivo, all’epoca a Napoli il Console Generale aveva vietato i jeans ad esempio, perciò per me erano off limits.
  5. Sono attratto dai tarocchi ma ho paura di evocare il demonio, cosa ne pensi? Per chi come me è cattolico praticante, armeggiare coi tarocchi significa comunque aprire una porta all’oscurità, perciò francamente è meglio evitare. Nono sono Padre Amorth, quindi non mi pronuncio su eventuali evocazioni demoniache ma se si ha paura, perché rischiare?
  6. Perché i cattolici sono contro la lettura dei tarocchi? Perché nel Vangelo Gesù esorta i fedeli a non rivolgersi a indovini o in generale, a chi predice il futuro perché il nostro futuro è solo nelle mani del Signore, senza predestinazione.
  7. Hai mai pensato di tornare a interessarti alla divinazione? Sicuramente l’interesse che avevo in queste materie c’è ancora, perché l’occultismo è affascinante, dunque (se avessi tempo) non disdegnerei certo di leggere un libro a riguardo o di guardare un documentario; sicuramente non tornerò a leggere i tarocchi e non mi interessa che qualcuno me li legga.
  8. Hai mai avuto esperienze extrasensoriali? Non sono in grado di dirlo con certezza, poiché potrebbe trattarsi di autosuggestione ma comunque mi è capitato, seppure non ho voglia, almeno per ora, di parlarne qui sul blog.

Ovviamente, se avete altre domande da farmi su questi argomenti, chiedete pure!

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Carolina Invernizio, Me, Scoop! and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s