Beauty Cues: skin care routine estiva

prodottazzi

I sempre sette magnifici!

Miei cari,

oggi nuovo appuntamento con la rubrica Beauty Cues sempre in collaborazione col mio caro Pier! Vi parleremo dei prodotti per la pelle che abbiamo utilizzato quest’estate ma che in realtà, se vivete al centro sud, vanno molto bene anche per l’autunno! Nemmeno questa volta accenno ai prodotti corpo perché vorrei fare un piccolo post a parte su alcune creme che ho utilizzato ma spero di potervene parlare presto. Se ricordate le puntate precedenti, forse vedrete che ci sono dei ritorni, come il detergente Neutromed, il tonico Gleniva e la malefica Vaselina comprata da Primark, in realtà il detergente mi era comodo come formato da portare anche in viaggio mentre sto cercando di smaltire tonico e vaselina che sono nella mia dispensa cosmetica da molto tempo.

Struccante:

L’Oreal – Acqua micellare: Mi è stata regalata da mia madre che la aveva avuta in omaggio con una crema viso. L’ho trovata molto simile a quella della Bioderma, con la sola differenza che non strucca molto il trucco waterproof, perciò tocca farci attenzione. Dona una sensazione di freschezza sul viso che però dura poco; personalmente, dopo averla utilizzata comunque tendo a sciacquare bene il viso o a passarci il magico panno in microfibra per rimuovere ogni impurità ma non ho mai capito se è un gesto indispensabile o meno. L’ho utilizzata su viso, occhi e labbra e non mi ha dato alcun problema al mondo. Non è male per nulla ma preferendo i prodotti bio, non credo al ricomprerei. Ha un prezzo di circa 5-6 euro per 200ml di prodotto.

acqua

Tonico e Detergente:

Sul solito tonico Glenova evito di tediarvi ma vi rimando qui, dove potete trovare anche una piccola recensione del detergente Neutromed sul quale aggiungo che l’ho usato anche per le parti intime, cioé a dire quelle per cui è stato creato e, nonostante sia “maschile” l’ho trovato molto buono, con ottimo effetto antibatterico e per nulla irritante, a patto però che non lo usiate per periodi troppo lunghi, vi consiglio in particolare di provarlo se avete qualche piccola infezione in atto perché l’ho trovato molto valido.

Per idratare:

Sotto consiglio proprio di Pier, che l’aveva utilizzato a sua volta (ma forse un altro tipo), ho preso il magico siero di Biofficina Toscana in versione Purificante, di cui trovate qui la scheda tecnica. Non l’ho amato… di più! Me lo sono letteralmente bevuto, mescendolo pure al mo amato Moscow Mule (lo bevo da prima che fosse di moda…)! Una cosa meravigliosa! In estate ho il problema di una grossa sudorazione del viso, motivo per cui non tollero bene le creme idratanti ma con questo siero non ho avuto alcun problema, la sua consistenza di gel liquido si lasciava assorbire benissimo senza farmi sudare l’attimo dopo e inoltre lasciava anche alla mia pelle un lieve e piacevole effetto mat. Inoltre ho regalato a mia sorella il Siero riequilibrante e ci si è trovata allo stesso modo molto bene quindi vi consiglio con tutto il cuore questi favolosi prodotti! Il siero costa circa 13 euro per 30ml di prodotto.

Cien nature – Contorno occhi Wild Rose: Dopo il siero, applicavo sul contorno occhi e labbra la cremina di Cien nature, la linea egobbio di Lidl. Su questi prodotti è già stato scritto tanto, tra chi ci si è trovato benissimo e chi invece desiderava qualcosa di più, personalmente mi pongo però nel mezzo, nel senso che per essere in generale una linea molto economica e bio è nel complesso molto onesta. La cremina ha un profumo delicato, si stende e si assorbe rapidamente e la consistenza è molto leggera; idrata abbastanza bene ma certo non fa miracoli, nel senso che se come me dormite 5 ore a notte non sembrerete freschissime e riposate ma per quello ci vorrebbe un vero miracolo, ad ogni modo per il prezzo che ha (sotto i due euro) vi consiglio di darle una chance!

Scrub:

Omia – Scrub viso esfoliante e purificante: era da moltissimo tempo che desideravo provare questo scrub di Omia per le pelli impure e così, quando l’ho trovato a 6 euro, ho deciso subito di lanciarmi nell’acquisto- non dal balcone, non vi preoccupate. Inizialmente temevo fosse troppo aggressivo ma non lo è, i grani, abbastanza fini, non danno fastidio alla pelle ma allo stesso tempo, la lasciano ben pulita e con una sensazione di fresco. Sfregando un po’ il naso ha anche un effetto benefico sui maledetti punti neri grazie al suo essere esfoliante, inoltre per una applicazione soddisfacente non se ne usa molto, quindi la confezione che è di 75ml dura un bel po’.

scrub

Burro Labbra:

Lip Therapy – Vaseline (Aloe Vera): So che cosa state pensando: “Questa pazza prima rompe l’anima col bio e poi si accatta la vaselina”. In realtà questa vaselina risale ad almeno due anni fa e siccome è praticamente quasi finita, ho deciso di ammazzarla definitivamente e consumarla, prima di comprare qualcosa di nuovo. Non amo buttare le cose e siccome non è molta, val la pena terminarlo. Siccome è tutto un sinteticume petrolato, la sensazione è che idrati e ammorbidisca molto le labbra ma a ben vedere, se usato con continuità, l’idratazione è solo una facciata perché le labbra sono ugualmente secche e pellicinose, non sono realmente nutrite, quindi è meglio utilizzare qualcosa di meno sintetico, ve lo dico col cuore. Tra parentesi io non amo i burri labbra nei barattolini, perché li uso solo in casa dal momento che fuori, con le mani zozzose, l’ultima cosa che penso di fare è di ficcarle nella vaselina. Ad ogni modo, pagai uno slot da due di queste schifezze 1 euro.

Abbiamo qualche prodotto in comune o avete qualcosa da consigliarmi?

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, Me and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

7 Responses to Beauty Cues: skin care routine estiva

  1. Pier(ef)fect says:

    Sì, confermo che il mio siero Biofficina era quello antiossidante 🙂
    Sono molto curioso dello scrub di Omia, appena smaltisco alcune cose, lo cerco. Baci!

  2. La micellare l’Oreal la sto usando anche io ma spesso uso prodotti a lunga tenuta e quella fa un po’ fatica a toglierli!

  3. Pingback: Beauty Cues: Skin Care routine della fredda primavera | La Rockeuse

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s