Fertility day e altre storie

fertility-day_cover

Miei cari,

avrete tutti letto/visto/ascoltato sulla vicenda del Fertility Day. Non voglio stare qui a dirvi cose già sentite o ovvietà varie, anche perché si tratta di un argomento molto delicato che forse non meriterebbe di stare così a casaccio sulla bocca di tutti.

Quello che vorrei dire è che forse bisognerebbe concentrarsi su qualcos’altro, come il lavoro, che qui manca sempre di più. Un bel Jobday al posto del Fertilityday, dove chi cerca occupazione può entrare in contatto facilmente con enti e aziende e magari presentare il proprio curriculum e le suddette aziende, qualora assumano personale, abbiano agevolazioni e sgravi fiscali. Mi rendo conto che è un’idea magari anche sciocca ma sarebbe un punto di partenza. Personalmente sono una di quelle persone che sono state penalizzate dalla gravidanza al livello lavorativo, anche se credetemi, non mi pento di nulla e sono certa che il futuro mi riserverà molte sorprese (o almeno, illudiamoci che sia così, o non ne si esce fuori), tuttavia credo che molte donne abbiano il timore di mettere su famiglia proprio per questo motivo.

Dunque, al genio che ha ideato questa baracconata, perché così possiamo chiamarla, direi solo che gli stessi soldi potevano essere investiti in maniera molto più fruttuosa.

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, La sfiga, Lavoro, Legge di Murphy, Me, Orrore a 33 giri and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

11 Responses to Fertility day e altre storie

  1. jesslan says:

    Sono perfettamente d’accordo! E poi con sto fertility day sono riusciti a fare incazzare tutti…donne con figli, senza figli, chi non li vuole e chi non riesce a averli

  2. Beh, in mancanza d’altro si può sempre comprare una bella BAMBOLA DALLE FATTEZZE CRIATURIDI e curare e viziare quella!

  3. Pier(ef)fect says:

    Tesoro hai ragione!! Pensassero più a creare posti di lavoro piuttosto che voler sponsorizzare l’ingravidamento a più non posso -.-

  4. Gelsomina says:

    E’ una immane cretinata! Dovrebbero far applicare meglio le leggi a favore della maternita’. Forse una campagna del genere la dovevano fare rivolta ai datori di lavoro.Invece ho l’impressione che sia stata una campagna per colpevolizzare le donne. Anche quando le donne vanno al potere (Lorenzin, Boschi) le cose non cambiano in tal senso, non so perchè………….

  5. Adriana says:

    Come darti torto, ho fatto esattamente le tue stesse riflessioni.

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s