Breve storia triste

cockroach-6-coloring-page

Una ragazza non più giovanissima si trova nel bagno della casa materna intenta a sistemare il bagno dopo aver fatto una doccia, poiché ella era molto ordinata. Improvvisamente, vide sulla parete opposta a quella presso la quale si trovava all’impiedi una gigantesca e orribile blatta, grande quanto una tartaruga nana d’acqua dolce. A quel punto, la ragazza urlò e la fronte le si imperlò di sudore. Col respiro affannato, indietreggiò, cercando a tentoni lo spray anti scarafaggi e formiche che aveva sempre a portata di mano in estate, poiché viveva a Napoli, città posta sott’assedio dai terrificanti insetti eterometaboli. Impugnato il flacone col veleno, colpì senza pietà la blatta, che stramazzò al suolo, contorcendosi per i dolori causati dagli effluvi del prodotto. Il suo corpo, però, non venne mai trovato.

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, La sfiga, Legge di Murphy, Me, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

15 Responses to Breve storia triste

  1. mypochette says:

    Stessa breve storia triste appena vissuta…. 😖😖😖😖

  2. Proprio ieri mi chiedevo come mai gli scarafaggi spaventano così tanto le persone. Me compreso.

  3. francimakeup says:

    A me è successo al mare 😦

  4. M.Elly says:

    Sappi che se c’era lei grossa, ci sono le lei piccine.
    Ora, da me le blatte non ci sono, ma ho vissuto in Spagna e, ancora non ho capito se perchè sono dei luridi o perchè hanno un sistema fognario della merda, sono costantemente assediati dalle blatte, soprattutto in andalusia e anche in inverno (da mio zio alle canarie hanno fatto l’upgrade: volano).
    Ho inteso quindi che se becchi la grossa, ci sono le piccine in spazi angusti, umidi, caldi tipo buco di culo.
    Sono lucifughe, scappano dalla lue e, benchè abbiano le ali, per fortuna, sono troppo faticone per volare.
    Il ddt o simili non bastano, sono solo palliativi. Serve una disinfestazione ogni sei mesi ma la cosa che ho appreso a Malaga è il top: comprare veleno sotto forma di cibo per blatte, inserirlo nei buchi di culo della casa.
    Blatta grossa lo mangia e lo rivomita a blatte piccole. Blatta grossa muore, blatte piccole o crepano subito dopo aver mangiato lo schifo vomitato o diventano cannibali e mangiano blatte grosse morte e poi, alla fine, muoiono. Blatte mini nelle uova escono, si nutrono dei morti. Ciaone.

  5. jesslan says:

    Che schifo le blatte! 😦

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s