Mamme disperate

manina

Un giorno vorrei che mia figlia sapesse le seguenti cose:

Prima del suo arrivo, adoravo sistermarmi bene i capelli e truccarmi in maniera molto accurata. Ora lo shampoo è un miraggio (anche perché ci metto tre ore praticamente… ma va bene) e il make up è ridotto all’osso. Insomma, ero passabile e ora sono un mostro con le occhiaie.

Prima del suo arrivo, amavo dormire. Dormivo veramente moltissimo. Adesso guardo languida l’orologio, perché è quasi l’una di notte  e lei si rifiuta categoricamente di dormire, Dio solo sa come mai.

Prima del suo arrivo, non avevo vestiti sporchi di rigurgito. Ma sporchi seriamente, eh, roba che un leggings grigio non si è mai veramente smacchiato, nonostante io abbia provato di tutto, dal bio shout ai riti voodoo.

Prima del suo arrivo, non avevo mal di schiena.

Prima del suo arrivo, coltivavo l’hobby della scrittura (!)

Prima del suo arrivo, avevo tutto sommato tantissimo tempo a disposizione.

Non mi fraintendete, io sono felicissima che ci sia lei adesso e l’ho voluta io, non è venuta da sola nel mio utero, non mi sono riprodotta per gemmazione. Sono felicissima e fortunata. E probabilmente so che arriverà un giorno (al momento lontano) in cui rimpiangerò shampi e dormite mancate perché lei sarà grande, sarà lontana da me e mi mancherà terribilmente.

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Carolina Invernizio, Fotografie, La sfiga, Legge di Murphy, Me and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

26 Responses to Mamme disperate

  1. Capelli trascurati, vestiti non perfetti, occhiaie, sei sempre bellissima e sei tanto, tanto dolce, e nulla avrà importanza quando la vedrai crescere e diventare bella ed intelligente come te.

  2. Mammu says:

    Scusa se me la sono persa ma quanto ha la tua piccoletta? Tieni duro e sappi che passa, tutte le fasi passano e presto anche questo sará un ricordo e basta 🙂 Pian piano ti riprenderai in tutte le aree, un giorno scopri di aver tempo per farti la doccia come una volta e dopo un mese magari riesci scrivere un lungo articolo sul blog senza interruzioni 🙂 E cosí andando piano un giorno ti svegli e ed è tutto (quasi) come prima 🙂

  3. Gelsomina says:

    Una collega che faceva sacrifici per pagare la baby-sitter e per il campo estivo diceva sempre:”ma quando mia figlia crescerà capirà i sacrifici che ho fatto per lei?” un collega di sesso maschile le rispose:”non ti preoccupare, è tutto dovuto!” Ora la piccola ha già festeggiato il diciottesimo anno….

    • La Rockeuse says:

      Speriamo che la mia compia non dico diciotto ma… quattordici domani :p scherzi a parte, so che il tempo vola, come dice mia nonna… per dire, a me pare ieri che ho partorito :p

  4. essephoto says:

    Cara Rory, hai sviluppato dei pensieri belli e molto profondi, e credimi… Ho capito al primo istante che alle parole “Un giorno”, cosa intendi dire. Nessun fraintendimento, non motivare nulla! 🙂 🙂 per questo.
    Sono contentissimo che la nuova vita che arriva, nasce cresce e corre, quando ti dirà le paroline “Mamma” , faranno di te la persona (insieme al suo babbo) più bella e felice.
    Le mamme sono Belle per questo. Noi figli amiamo le Mamme e loro ci dedicano vita lunga piena di soddisfazioni. Gioia anche con un abbraccio.

    CIAO!
    Esse.

    • La Rockeuse says:

      Ma che cose belle che hai scritto tu a me 🙂 io spero veramente che lei come te capisca i miei sacrifici piccoli e grandi e un giorno, quel famoso giorno, arrivi a dire che mi ama! Un bacio

  5. marymakeup says:

    che bella questa foto….così tanto amore 🙂
    Tesò ti avviso di persona. Ho cambiato blog, se mi cerchi mi trovi qui:
    http://www.marymakeupblog.com

  6. francimakeup says:

    Io rimpiango oltre a questo anche i pasti consumati tranquillamente senza ingurgitare tutto in cinque secondi ahahahahah

  7. M.Elly says:

    Dunque, vediamo…. occhiaie, capelli trascurati, make up all’osso.. ma sono ioooo!!!! E non ho figli.
    Con questo, non voglio certo insinuare che se ne avessi uno, mi concerei anche peggio, probabilmente resterei come sono quindi si noterebbe meno tutto ahahah
    comunque credo che quello che provi sia del tutto normale. Passi la vita a farti gli affari tuoi, a preoccuparti per te stessa e per quello che ti circonda e poi diventi madre, quindi, a meno che tu non sia una madre degenere, è ovvio che tutto ciò che riguarda te e solo te, passi in secondo piano. Poi le cose si stabilizzeranno, lei crescerà e tu riavrai piano piano i tuoi spazi 🙂

    Ti prego però, non uscire in tuta e con la pinza tra i capelli

    • La Rockeuse says:

      Tuta e pinza per capelli mai… io NON posseggo tute :p massimo leggings e maxi tshirt! comunque un minimo mi curo sempre perché se sono molto brutta e cessa mi deprimo ancora di più!

      • M.Elly says:

        questa cosa che non hai tute, è stupenda. Neanche io ne ho. Da piccola le suore mi obbligavano a indossare quella della scuola, color astronauta, in acetato. Io sono allergica all’acetato.
        Arrivata alle medie ho mandato a fanculo tutto ciò che è riconducibile a “tuta”.

        ahahah anche io mi deprimo, tranquilla. Soprattutto quando mmi guardo la mattina, con il viso giallo e le occhiaie.

        ps. ho riaperto il bloggino, dacci un’occhiata e fammi sapere 🙂

      • La Rockeuse says:

        Sono corsa prima che me lo dicessi ❤ comunque io pure odiavo le tute maledette in acrilico che mettevamo alle medie, quindi al momento veramente indosso solo leggins anche per fare esercizio (quando lo facevo). Tu non puoi deprimerti perché sei bella bella ❤

      • M.Elly says:

        macchè, poi sono una finta magra XD sono veramente autocritica, però mi prendo per il culo da sola eh!

      • La Rockeuse says:

        finta magra? Ma quando mai!

      • M.Elly says:

        è vero! la gente non mi crede ma la cellulite che si vede a occhio nudo, senza strizzare, c’è. L’ho notato soprattutto in palestra: quando sto in piedi si vede meno, ma quando mi piego e la pelle sul retrocosia resta più molle, si vedono i buchi. Senza contare la pancetta che sticazzi non se ne va

      • La Rockeuse says:

        non parliamo di buchi per favore 😦 per me è un’avvilimento!

      • M.Elly says:

        ma non esiste un modo per eliminarla?

      • La Rockeuse says:

        Del tutto secondo me no 😦

      • M.Elly says:

        che palle -_-

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s