Cucina con Rory: Risotto alla curcuma e topinambur

20160110_150858_resized

Non sarà bellissimo ma vi assicuro che è buono e sano!

La ricetta di oggi contiene il tubero topinambur, molto nutriente e ricco di sali minerali, oltre alla curcuma, spezia dalle mille meraviglie. Non mi perderò molto in chiacchiere ma vi rimando alla Santa Wikipedia per saperne di più sulle loro molte virtù.

Ingredienti (per 4 persone):

3 topinambur

1 costa piccola di sedano

1 carota piccola

mezza cipolla

mezzo bicchiere di vino bianco

1lt di brodo vegetale (o acqua calda)

400 gr. di riso basmati

2 cucchiai di philadelphia

2 cucchiai di curcuma

sale, pepe, olio qb

Preparazione:

  1. Al solito, mettete una bella canzone che vi concili la cucina, come questa piccola chicca di Paolino Tuci. Tagliate a pezzetti piccoli la costa di sedano, la carota e la cipolla. Eliminate la buccia dal topinambur e tagliate anche questo a pezzi. In una pentola ampia e non troppo alta, fate scaldare circa tre cucchiai d’olio e quindi aggiungete il trito di carota-cipolla-sedano-topinambur e fatelo dorare una decina di minuti. Nel frattempo assicuratevi di aver preparato il brodo (potete farlo prima con le varie verdure o fare come me e usare un grande dado vegetale).
  2. Unite il riso a pioggia, girate bene e fate tostare massimo cinque minuti. Sfumate col mezzo bicchiere di vino bianco, quindi aggiungete a poco a poco il brodo, mano a mano che il riso lo assorbe e non dimenticate di salare, mi raccomando! Girate di tanto in tanto il riso dovrà cuocere circa 15 minuti, dunque qualche minuto prima aggiungete i due cucchiai di curcuma, avendo cura sempre di mescolare bene.
  3. Quando il risotto sarà pronto (mi raccomando, non deve essere brodoso!) toglietelo dal fuoco e mantecate con i due cucchiai di philadelphia. Se volete rendere la ricetta vegana, basterà sostituire quest’ultima con del formaggio veg. Impiattate e servite!

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Carolina Invernizio, Fotografie, Legge di Murphy and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

7 Responses to Cucina con Rory: Risotto alla curcuma e topinambur

  1. jesslan says:

    In realtà il vero risotto andrebbe fatto col brodo di diversi tipi di carne, ma per comodità anch’io lo faccio col brodo di verdura. E la cosa fondamentale che manca è il burro! Appena prima di fine cottura, metti un paio di noci di burro per mantecare…cambia decisamente il sapore. Io non uso sale, perché il brodo è già salato di suo. Mia nonna è milanese doc quindi sono una puritana del risotto 🙂
    Cmq non ho mai provato né la curcuma né il topinambur, non so neanche che sapore abbiano, appena li trovo li prendo. La curcuma magari ce l’hanno da Tiger, nel weekend vado a vedere. Un bacione tesorino

  2. francimakeup says:

    Ma pensa non avevo mai pensato al topinambur nel risotto, bella idea!

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s