Perché al “concorso” Rai non dovrebbe andare nessuno

Miei cari,

so che mi ripeterò, poiché ne avevo già parlato in precedenza ma sinceramente, la storia del concorso per giornalisti Rai mi ha nauseata ed esautorata, quindi ho deciso di affidare le mie ultime volontà al riguardo (sic) ad un post sul blog che spero arrivi anche a qualcuno del mestiere.

Schematizzo:

– Non è un concorso ma una selezione a cui partecipano 5000 persone per 100 posti in una graduatoria dalla quale, nel bisogno, la Rai attingerà per sostituzioni nell’arco di tre anni (fino al 2018).

– Anche se si viene selezionati tra i 100, non si avrà la certezza di essere chiamati e soprattutto, si potrebbe essere chiamati in una qualsiasi delle sedi regionali Rai, indipendentemente dalla provenienza del candidato.

– La prima prova consta in un quiz con 100 domande a risposta multipla da fare in 75 minuti. Sì, avete capito bene. La seconda invece è molto più complessa: si devono scrivere articoli,  dimostrare di essere spigliati davanti alla telecamera e di padroneggiare i social network e via discorrendo. Dunque, i giovani sono più avvantaggiati ma chi non ha grossa dimestichezza con i new media, è praticamente fregato.

– La selezione si terrà a Bastia Umbra, nelle vicinanze di Assisi. Un luogo non facilmente raggiungibile né benissimo collegato, dove tocca andare il giorno prima se si viene per esempio dalla Sicilia o comunque partire la mattina molto presto. In ogni caso, ad esempio io che non ho la macchina avrei dovuto prendere un treno da Napoli a Perugia, che mi sarebbe costato 100 euro circa (poi avrei dovuto raggiungere Bastia). Per dormire una notte lì, avrei dovuto spendere altri 50 euro almeno, volendo stare stretti, quindi il tutto mi sarebbe costato 150 euro. Mi spiace dirlo ma fosse stata a Roma, ne avrei spesi appena 40 di treno.

– Questo senza contare lo sbattimento del viaggio, la stanchezza, il calore, lo stress per un qualcosa che non ti darà alcuna sicurezza ma anzi, forse ti toglierà le uniche che hai. Mi dispiace ma io non sono disposta a tutto questo.

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, Giornalismi&giornalai, La sfiga, Lavoro, Me, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

8 Responses to Perché al “concorso” Rai non dovrebbe andare nessuno

  1. epwesten12 says:

    Questi sono i lavori che ci propinano ultimamente: mal pagati, poco chiari e situati in località sconosciute per chissà quale motivo.. -.-

  2. jesslan says:

    Mi sento di dissentire con te oggi. La sede del concorso è abbastanza furba secondo me, considerato che è in centro Italia. In qualunque altro posto fosse stata, qualcuno si sarebbe dovuto spostare. A loro sarebbe costato di più fare una sessione al nord, una al centro e una al sud e poi non ci sarebbe stata omogeneità delle prove, perché alcune domande potevano essere più toste di altre. Chi non ha dimestichezza coi new media è fregato…come in ogni lavoro sono richieste competenze specifiche, se non hai quelle competenze o te le fai o “sei fuori”. L’unica cosa su cui concordo è che sia una sbattimento abbastanza inutile considerato che, quand’anche si rientrasse tra quei 100, non si avrebbe la certezza di essere presi.

    • La Rockeuse says:

      Secondo me dovevano fare una sola sessione a Roma o Milano, luoghi facilmente raggiungibili da tutti. Purtroppo Bastia è veramente infame al livello di collegamenti 😦 Il problema dei new media è che, non essendoci un limite d’età nella selezione, si favorisce automaticamente un giovane a una persona più vecchia che indubbiamente mastica meno i social proprio per una questione di utilizzo. Quanto allo sbattimento si, purtroppo non c’era certezza alcuna nel senso che, pur avendo la fortuna di rientrare in quei cento, rischi che passino tranquillamente tre anni senza che ti chiamino mai… per dire, se sei il novantanovesimo e quando ti chiamano?

  3. marymakeup says:

    ma la gente ancora crede ai concorsi? Ecco questo è allucinante!

  4. tizy1289 says:

    Una grandissima presa per il culo, non dico altro.

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s