Varie ed eventuali

pranzoPranzi leggeri leggeri

Miei cari,

piccolo post di aggiornamento con le solite varie ed eventuali, visto che non ci leggiamo da un po’.

1. E’ iniziata l’estate, fa caldo e io sono già stata attaccata da una blatta. Potete immaginare lo schifo, anche perché non c’è spray o altra cosa che tenga e/o che mi possa salvare. Ho molta, molta paura.

2. C’è questo magico concorso Rai per giornalisti che si terrà il 1 luglio in quel di Bastia Umbra. Questo fantastico e semplicissimo concorso, al quale parteciperanno 5000 persone per 100 posti, consiste in diverse prove. La prima è un maxi quiz a risposta multipla su tutto lo scibile umano, dal quale saranno selezionate 400 persone. Questi 400 dovranno poi scrivere articoli, tweet, camminare sui carboni ardenti, evocate Satana e fare un esorcismo per dimostrare di essere bravi giornalisti pronti a tutto. Di questi 400 se ne salveranno solo 100, che, direte voi, avranno un bel posto in Rai? MA MAGARI! No, ovviamente. Questi 100 finiranno nel bacino di precari dalla quale la Rai può attingere in caso di bisogno (e in qualsiasi redazione d’Italia) per contratti a tempo determinato, ovviamente, nell’arco di soli 3 anni, al termine dei quali ognuno torna a casuccia propria, anzi, sarebbe meglio dire che ci rimane perché è molto probabile che la Rai non ti chiami mai. Chiaramente, per quella sempre ottima genitrice di mia madre, questa è un’occasione da non perdere. Peccato che io abbia qualche piccolo problema di salute (niente di grave, però insomma) e che non abbia alcuna voglia di prendermi caldo e stress per un qualcosa che nel migliore dei casi non mi porterà a nulla.

3. Ma a voi piace Vasco Rossi? Io non lo sopporto e comunque, non trovo sia un cantautore rock. Per me il rock è gente tipo Lou Reed, però forse sono io che sbaglio.

4. L’unica cosa che mi consola veramente è l’arrivo dei saldi. Qui potete trovare la data d’inizio nelle varie regioni, a Napoli cominciano il 3 luglio!

5. Il 24 sarà San Giovanni, un santo che mi è sempre piaciuto anche perché mia nonna si chiama Giovanna, mio zio Ivan (che significa Giovanni in russo), mia cuginetta Giovanna e indovinate? uno dei miei nomi è proprio Giovanna! Comunque a casa mia si fa gran festa, io quel giorno avrò una visita medica ma vabbè (pregate per me) e la cosa più carina è che il giorno prima io osservo una tradizione molto carina. In pratica, la sera del 23 si mette il bianco d’uovo in un recipiente pieno d’acqua che si posiziona poi fuori dalla finestra, recitando la seguente formula “SAN GIOVANNI, SAN GIOVANNI, CHE FORTUNA CHE MI MANDI?”. Leggenda vuole che il Santo passerà a benedire l’acqua e il giorno dopo, in base alla forma che avrà preso il bianco dell’uovo, si potrà capire che cosa ci riserva il futuro. Farlo è molto divertente, provare per credere!

6. A Roma c’è stato il family day, ovvero la festa dei pazzi che pensano che la famiglia debba essere papà, mammà e criature. Non voglio commentare a riguardo, solo mi chiedo che cosa voglia dire per loro “famiglia tradizionale” e quante famiglie tradizionali e felici  conoscono veramente? Così, giusto per capire.

E voi? che news avete per me?

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri, Rock'n'roll and tagged , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

25 Responses to Varie ed eventuali

  1. jesslan says:

    San Giovanni è il patrono di Torino, quindi siamo in ferie e alla sera ci sono i fuochi d’artificio, molto carini perché sono in un ambiente molto suggestivo, tra piazza Vittorio e la Gran Madre di Dio e si specchiano nel Po.

  2. A me l’estate non piace molto, io sono per autunno e inverno.
    Io Vasco lo detesto proprio, non capisco come si faccia a sentire una roba del genere.
    A me sembra solo un urlatore da mercato che ha avuto fortuna, manco tanto intonato. I tossici davanti al Duomo di San Lorenzo con la chitarra cantano uguale.
    San Giovanni è il Santo patrono di Genova, oltre che Torino, se non sbaglio. Io infatti mercoledì non lavoro!

  3. tizy1289 says:

    Qui da noi si festeggiano i Santi Pietro e Paolo con l’albume dell’uovo. Lo si mette in una bottiglia la sera prima e, se l’albume prende la forma di una barca (la barca di San Pietro) significa che avrai tanta fortuna. Inutile dire che non mi è mai uscita. XD

    Per il concorso Rai no comment, come non commento tante proposte lavorative che paiono vantaggiose ma che, in realtà, sono soltanto un altro modo per sodomizzarti.

    Sul Family Day non commento, l’ho già fatto abbondantemente su fb e mi viene l’ulcera solo a pensarci. Penso solo che il marito della Mussolini, paladina delle famiglie tradizionali, è sotto processo per prostituzione minorile. Bella la famiglia tradizionale, oh XD

    • La Rockeuse says:

      Ahahahahah veramente, la vicenda della Mussolini è emblematica di tantissime famiglie che giocano a fare le famigliole del Mulino Bianco e invece sono sommerse nello schifo praticamente. La Rai non merita effettivamente commenti (cose da pazzi) mentre mi piace che la tradizione dell’uovo ci sia anche a S.Pietro e Paolo! Chissà a me che esce quest’anno :p

  4. Gelsomina says:

    In bocca al lupo per la visita medica. Per quanto riguarda Vasco…..non l’ho mai sopportato, neanche quando ero adolescente e il suo successo così eclatante proprio non me lo spiego. Ci sono fior di cantanti che cantano decisamente meglio e che hanno voci molto più belle della sua. La famiglia tradizionale poi…….dove lavoro c’è uno che ha la moglie casalinga e ha fatto con quest’ultima cinque o sei figli, e questo perchè erano tutti e due tradizionalisti e ferventi religiosi. Poi all’ultimo parto la moglie stava per rimetterci la pelle ed il medico ha detto al marito che l’hanno presa per i capelli, lei ed il bambino e che un’altra gravidanza sarebbe letale per la salute della madre. Una tragedia! Solo capire che non ce l’avrebbe fatta a crescersi i figli da solo l’ha frenato a rimetterla in cinta. Ma penso alle tragedia che si verifica in camera da letto, visto che in nome della religione e della tradizione è contrario ai metodi anticoncezionali!

    • La Rockeuse says:

      Concordo con i cantanti MOLTO MEGLIO di Vasco che purtroppo non hanno conosciuto lo stesso successo, inspiegabilmente direi. La storia che mi racconti è agghiacciante, è assurdo che una donna debba sfornare figli pur rimettendoci la salute in nome della religione… ma quale religione? Quando Gesù ha detto che bisogna morire a forza per mettere al mondo un figlio? E il dramma è che ci sono centinaia di storie simili, con gente assolutamente folle 😦

  5. Marco says:

    Vasco è peggiorato coll’età. In generale mi sembra un successo eccessivo e costruito, anche se qualche bella canzone l’ha fatta. Darsi arie e fare lo spaccone è comunque perfettamente congruo al ruolo di rocker ma dovrebbe metterci più grinta, osare di più. Altri grandi vecchi del rock l’hanno fatto, anche ripetendo cliché ma almeno con parecchia energia e coinvolgimento, dunque anche se ti cantano la solita roba restano un’istituzione. Penso a Rolling Stones, Iron Maiden, Iggy Pop,
    Aerosmith, Udo Dirkschneider (e Doro)

    Il concorso RAI rientra, se è proprio così e non sei tu che hai proiettato scenari foschi da demotivazione, nella classica categoria del lavoro-miraggio cui i giovani dovrebbero correre dietro solerti e speranzosi. Seee.

    Come fai a interpretare il bianco d’uovo?

    Beh, di famiglie tradizionali eterosessuali con figli piuttosto felici ce n’è per fortuna. Solo che non capisco perché se queste sono felici si sentano meno felici quando sanno che qualcun altro che ha fatto in altro modo, fosse anche un venusiano che si è accoppiato con un’otaria consenziente, è pure lui felice.

    • La Rockeuse says:

      Sono d’accordo su tante altre brave rockband o cantautori rock che hanno fatto molto meglio ciò che fa Vasco ma è una questione d stile o di mood, come dicono i nostri cugini inglesi, uno stile che quello li non ha. Purtroppo, se leggi un po’ in giro, il concorso Rai rientra proprio nella categoria del lavoro miraggio. Credimi, se ci fosse anche una sola speranza di avere un posto lì io correrei a fare il concorso ma praticamente si vaga nel nulla, non c’è alcuna speranza, è triste dirlo ma è così. Sono d’accordo anche sulle famiglie, sicuramente ci sono famiglie tradizionali tristi, come ce ne sono di felici, così anche tra coppie gay, quel che appunto non capisco è proprio la volontà di impedire che questi ultimi abbiano la possibilità di costruirsi una famiglia.

  6. M.Elly says:

    ma io dico… mica vado dai conservatori pseudofascisti integralisti cattolici a rompere i coglioni dicendo che la vera famiglia è quella dove c’è amore?
    Cioè… io lo dico, lo penso e lo ribadisco come la maggior parte delle persone con un briciolo di buon senso, ma mica vado a sfrantugiare la minchia a chi la pensa diversamente. Gradierei avere lo stesso trattamento. E’ vero che tutti si ha diritto di manifestare, ma di solito si manifesta per richiedere diritti mancati, per tutelarsi da disastri o per mandare a fanculo il governo. Non si manifesta per la difesa della “famiglia tradizionale”, che non c’è nulla o nessuno che la minacci. Almeno, non le unioni omosessuali e il diritto di crescere figli come abbiamo tutti; piuttosto sono i babbi che vanno a troie o trans e le mamme che c’hanno l’amante, che distruggono e minacciano l’idea di famiglia. Ma vabbè, son discorsi triti e ritriti.

    Per il concorso Rai, trovo ci sia dell’insano sarcasmo dietro tutto questo. Sicura che non stiano trollando?

    Ah, sappi che… chi va al concerto di Vasco, va pure a quello di Tiziano Ferro.

    • La Rockeuse says:

      Sulle famiglie hai pienamente ragione, non capisco come mai nel 2015 ancora non si abbia il diritto di fare ciò che si desidera ma invece si stia ANCORA dietro a gente che si fa sostenitore della famiglia “tradizionale” ed è il primo ad andare a trans o peggio. Per quanto concerne la rai, è un chiaro schifo ma fa più tristezza mia mamma che mi vuol spingere ad andarci >_> Su Vasco e Tiziano pure ci siamo… stessa pasta direi…

      • M.Elly says:

        la mamma penso lo faccia perchè ha ancora una speranza; nel senso, che sicuramente crede che una possibilità di contratto esista realmente. I nostri genitori non possono capire, hanno vissuto nel benessere economico, non hanno ben chiaro cosa significhi non trovare lavoro o avere poche speranze, smettere di credere nel nostro Paese, ecc.. Diciamo che son più naif 🙂

      • La Rockeuse says:

        Questo è vero, non ci avevo riflettuto. Purtroppo prima era tutto più semplice ed è complicato capire invece i problemi attuali e le grosse sole alle quali siamo quotidianamente soggetti! certo che non ci aiutano molto eh :p

  7. marymakeup says:

    Adoro Vasco o forse è meglio dire lo adoravo! Sì perché ho visto circa 40 concerti e viaggiato in lungo e largo per tutta l’Italia dal 1989 fino ad un paio di anni fa! Oggi è diverso, lui è diverso, ma alcune sue canzoni sono pura poesia, ti consiglio di ascoltarlo senza pregiudizi potresti scoprire delle piccole perle. Poi lui è una persona squisita 🙂
    Il family day? Guarda io mi sono sempre domandata che razza di problemi possano avere queste persone che vanno a manifestare per non far riconoscere i diritti civili agli altri e si portano anche dietro i figli. Mi fanno una gran pena, hanno un cervello piccolo piccolo!
    Mi fermo qui, credimi è meglio x

    • La Rockeuse says:

      Ma veramente sei fan di Vasco? Quindi mi consigli il Vasco anni Ottanta? Di te mi fido, quindi me lo vado a sentire 😉 per quanto concerne il baraccone family day hai ragionissima… fanno solo pena, per non dire ridere. Un anacronismo che trovo assurdo ai giorni nostri.

      • marymakeup says:

        Sì ascolta canzoni come Vivere una favola, Una canzone per te…Va bene, va bene così, Ogni volta, Anima Fragile…Vasco ha scritto perle, quelle di oggi fanno ridere anche se ascoltandole bene, trovi un po’ del vecchio Vasco, certo devi fare un po’ di fatica, ma lo trovi 🙂

      • La Rockeuse says:

        Mi metto all’opera! di te mi fido troppo ❤

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s