L’eterna querelle sulla chirurgia estetica

Le guanciotte di Gabriel come pietra dello scandalo

Miei cari,

volevo fare con voi una breve riflessione sulla chirurgia estetica, senza ovviamente fare pistolotti, alla luce dell’ennesima polemica su di essa scaturita dal Gabriel Garko botoxato.

Parto da ciò che conosco, dunque da me stessa e dalla mia esperienza. Chi segue il mio blog da tempo probabilmente ricorderà che due anni fa ho subito un intervento di rinoplastica, atto soprattutto a sistemare i problemi funzionali (come quelli ai turbinati) che avevo. Ho sempre avuto un naso orrido ma ho sempre anche avuto il terrore di rifarlo, principalmente perché non amo andare sotto ai ferri, soprattutto per questioni non davvero necessarie. Alla fine, poiché respiravo davvero male, mi sono convinta ad unire l’aspetto funzionale a quello strettamente estetico ed ho fatto l’operazione.

Sono stata contentissima sotto ogni punto di vista e a chi desidera fare un intervento analogo, consiglio di informarsi benissimo ma comunque di non affrontare le cose con paura, poiché è qualcosa che vi cambierà la vita in positivo, respirerete meglio e avrete un aspetto  migliore che, diciamocelo, inciderà positivamente sulla vostra autostima. Penso la stessa cosa della chirurgia estetica in generale, se ci aiuta a farci sentire meglio, a risolvere un reale complesso, non è affatto da demonizzare. Certo, sarò banale ma bisogna tener presente una serie di variabili che non sono di poco conto.

Molti psicologi e chirurgi estetici dicono che chi è ricorso una volta alla chirurgia estetica traendone benefici, probabilmente lo farà ancora, poiché si innescherà un meccanismo tale da far desiderare di “migliorare” ogni cosa che non piace di sé. Allo stesso modo, non penso sia giusto ricorrere alla chirurgia estetica per un problema non reale, come fanno ad esempio molti personaggi dello spettacolo che, schiavi di un’immagine sempre giovane e bella, iniziano a iniettarsi di tutto e a restaurarsi tipo rovina greca, spesso smostrandosi completamente. Pensate a gente tipo Nina Moric: era stupenda ed è diventata praticamente un mostro. Non è facile capire la cosa giusta da fare ma secondo me con un po’ di raziocinio e un medico corretto, che non desideri solo riempirsi il conto in banca ma sappia consigliarci in maniera adeguata, tutto è possibile.

Infine, una mia amica mi ha fatto poi riflettere su una cosa. In genere, chi si rifà il seno, fa una liposuzione o un’otoplastica, ammette tranquillamente d’averlo fatto per un disagio prettamente estetico. Chi invece si rifà il naso non dirà mai che lo ha fatto perché aveva un naso che non gli piaceva ma esclusivamente perché “non respirava bene”. Ammesso che questa cosa spessissimo è vera ma quel che non capisco è che male c’è a dire che si desidera migliorare il proprio aspetto, anche perché di questo si tratta, come se rifare il naso fosse un peccato mortale. Non c’è niente di male, abbiate coraggio!

E voi? Che mi dite sull’argomento?

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Legge di Murphy, Me, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

16 Responses to L’eterna querelle sulla chirurgia estetica

  1. Se fossi ricca farei la liposuzione, lo dico senza problemi nè vergogna.
    I miei kg di troppo che meno sopporto sono tutti nel sedere e nelle cosce e sono quasi tutti di ritenzione idrica. Non mi interessa che sparisca la cellulite, quella me la possono anche lasciare, vorrei solo che le svuotassero dai liquidi e diventassero più piccole. Se avessi i soldi lo farei senza pensarci due volte, e se devo essere sincera, visto che ho un seno molto generoso, avevo una 4 anche quando ero una 42 a 18 anni, quando mi cadranno mi farei anche il seno, visto che il seno così grosso cascante è davvero uno spettacolo orrendo.
    Per cosa riguarda Garko lo trovo davvero brutto.
    Era un uomo bellissimo cosa gli è saltato in testa?
    Poteva anche avere il complesso delle rughe e ci stava che volesse farsele togliere, ma perché farsi trasformare in topo gigio? Io lo trovo un’altra persona in faccia, non sembra lui da giovane, sembra quasi una donna grassa, è raccapricciante.

    • La Rockeuse says:

      Topo Gigio ahahahah! Si hai ragionissima, anche io trovo assurdo che si sia fatto fare quelle guanciotte, è un uomo bellissimo, sicuramente non è più giovane però non per questo diventerà brutto, anzi. Per il resto, so che significa avere un fisico a pera e so che purtroppo dieta e palestra non sempre risolvono il problema, dunque anche io non sono per nulla contraria alla liposuzione, anzi! Certo, è un intervento che non solo costa ma è anche pericoloso, dunque si deve far molta attenzione!

  2. jesslan says:

    Non sono contro la chirurgia plastica, se serve a far star meglio, sia di salute che di autostima. Sono contro gli eccessi: – non è necessario avere una sesta di seno, ma capisco il disagio se una proprio non ne ha; – sono abbastanza contro al botox, perché le rughe ci sono perché è l’età che avanza ed è giusto così. Il naso è un discorso a sè secondo me. Al di là dei problemi respiratori…ne va di come ti vedi e ti senti! Se avessi un naso che non mi piacesse, credo l’avrei rifatto. Garko è ridicolo con queste guance come la Ferilli…non mi piaceva già prima e ora ancor meno

    >

    • La Rockeuse says:

      Sono d’accordo, anche se non si hanno problemi ma se non ci si piace per niente, perché non rifarsi? Certo, niente deve essere un capriccio, tutto va fatto con coscienza ma comunque sia, è sbagliato partire dal presupposto che la chirurgia estetica vada demonizzata!

  3. Pier(ef)fect says:

    Secondo me, da ignorante, il problema, oltre all’eccesso di chirurgia sono anche i metodi. Vedo Garko e penso che questi zigomotti sono fatti per riempire dei volumi in modo tale che la pelle sia più tesa. Ma oggi giorno ci sono talmente tanti metodi per migliorare la tonicità e la grana della pelle che questo mi sembra quasi arcaico. Forse abbiamo modelli e stili di riferimento sbagliati, perché penso che la chirurgia sia stata inventata e sia migliorata per farci sembrare meglio, non più strani xD

    • La Rockeuse says:

      Sicuramente molti sbagliano proprio approccio e di conseguenza, operano in maniera errata (vedi Garko e Moric) ma sicuramente in generale bisogna far molto attenzione! Come dici tu, abbiamo dei modelli di riferimenti sballatissimi, altrimenti certe mostruosità comunque non capiterebbero 😛

  4. marymakeup says:

    in generale sono favorevole alla chirurgia plastica! Se uno ha un problema che lo fa campare male non vedo perché non posso usare la chirurgia per migliorarsi (vedi seno piccolo o enorme, orecchie a sventola e naso…sono questi i primi che mi vengono in mente).
    Però oggi la chirurgia plastica è diventata un capriccio da star e la cosa mi piace meno. Onestamente però se loro sono più felici, chi sono io per dire che non dovrebbero sottoporsi ad un intervento? Garko è un mostro, la Moric è un mostro e l’elenco è sterminato…io li guardo e sorrido, sì perché se solo imparassero ad amarsi di più smetterebbero di torturare il loro corpo e la loro anima.Poi bisognerebbe fare un discorso sui chi li opera…perché mi chiedo come certi “professionisti” possano dormire sereni dopo certi lavoretti…delle volte anche su minorenni. Ecco loro andrebbero davvero puniti x

    • La Rockeuse says:

      Bravissima, oramai è un capriccio bello e buono, in tantissimi casi! Per dire, mia cuginetta ha fatto un’otoplastica a 16 anni e ne aveva davvero poco bisogno… lo ha fatto per mera fissazione e secondo me i genitori hanno sbagliato ad accontentarla. Anche se, come dici tu, accettarsi è tutt’altro che semplice perché spesso si pensa che, cambiando qualcosa del nostro aspetto fisico, cambieranno anche altri aspetti della nostra vita, il che, purtroppo, non è sempre vero.

  5. M.Elly says:

    Non è più possibile darsi una sistematina al naso durante l’operazione per i turbinati, o almeno non lo è in Toscana, quindi poche scuse 😛
    Comunque sia, sono sempre a favore della chirurgia estetica se ci aiuta ad apprezzarci. Non è così semplice vivere in un corpo che, alla fine, non ci siamo scelti noi, perchè comunque sia la maggior parte di noi non si riconosce nella propria immagine riflessa. C’è chi fa tutto per migliorarsi e chi anche può e vuole sottoporsi ad un intervento. Se non ti rende un completo idiota, fallo. Nel senso che se il naso che hai ti fa cagare e ti crea evidenti disturbi di autostima, se hai la retromarcia al posto del seno o due tette asimmetriche, rifalle; se sei una donna con corpo a pera e vuoi “liposuzzionarti” fianchi e sedere, accidenti, se puoi, fallo (il grasso neanche ci torna nel punto in cui è stato rimosso, troppo figo)! Idem per il botox: il corpo della donna decade inesorabilmente e invecchiando non saremo mai più belle di quando eravamo giovani -contrariamente a quanto può accadere a un uomo-, se tirarci un po’ le rughette ci da una botta di vita, meglio, si ringiovanisce pure l’anima.
    Poi, vabbè, c’è la chirurgia da mentecatti, di quelle che si impiantano culi al posto degli zigomi, delle donne gatto da come son tirate, delle bocche da pesce o da pompinara, insomma, la sagra dello schifo, ma qui si parla di trash, non di chirurgia…

    • La Rockeuse says:

      Ahahhah mi hai fatto morire! Sulla questione turbinati e rinoplastica non ti so dire, io lo feci in Basilicata perché il mio chirurgo è primario li ed era possibile farlo tranquillamente ma perché i turbinati sono gli ossicini dei lati del naso (o qualcosa del genere) dunque sistemandoli cambia comunque la morfologia del naso! Ad ogni modo, concordo con quanto hai detto: se la chirurgia serve a dare una mano, a farti sentire più sicuro su problemi che per te sono oggettivi, va più che bene. Ma quando serve per motivazioni assolutamente superflue, come negli esempi già citati, è qualcosa di assolutamente inutile…

  6. paranoidebs says:

    Io sono pro la chirurgia QUANDO SERVE e QUANDO SERVE A STARE BENE.
    Quando invece rende ridicola una persona no..e poi trovo che Garko l’abbia fatto non per stare bene con se stesso, ma per risultare più ‘bello’ agli occhi degli altri. Anche se, secondo me, sembra fatto di plastica ora come ora..

    • La Rockeuse says:

      Bravissima. Alla fine era molto meglio prima e ti dirò, probabilmente con qualche ruga è anche più affascinante. Il problema è che magari lui si è illuso che gli servisse per stare bene, per sentirsi sempre giovane e bello ma i risultati sono stati disastrosi.

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s