Cucina con Rory – Dj edition: la pizza coi crocché

pizzonaCosa fanno due celebri (???) dj quando si trovano insieme a casa? NON PENSATE A MALE. Preparano questa gustosa pizza, anche perché, se sono la sottoscritta e Daniele, pensano spesso alle cibarie!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta per pizza già pronta (abbiamo usato quella Coop)

400 ml di passata di pomodoro

200 gr. di funghi porcini

mezza melanzana tonda grigliata (noi abbiamo preso quelle già grigliate che si trovano nel banco frigo)

200 gr. mozzarella

3 crocché di patate (noi abbiamo usato quelli vegan, fatti solo con spezie e patate)

olio, sale, prezzemolo (per i funghi) q.b.

Preparazione:

1. Litigate per la playlist da passare (perché siete entrambi dj) e mi raccomando, vincete voi con un pezzo di Immanuel Casto. Fate scongelare le fette di melanzana nel microonde o all’aria, dipende da quanto tempo avete. In una padella, riscaldate due cucchiai d’olio con un po’ d’aglio e un ciuffo di prezzemolo tritato, quindi aggiungete i funghi tagliati a fette, salate, pepate e fateli rosolare finché non saranno cotti, ci vorranno circa 20 minuti.

2. In un’altra padella, preparate ora il sugo. Mettete a scaldare due cucchiai d’olio sempre con un po’ d’aglio (se vi piace anche del basilico), il sale e infine, versatevi la salsa. Fate cuocere a fuoco lento per 15-20 minuti, girando di tanto in tanto. Nel frattempo, tagliate la mozzarella a cubetti, le melanzane a striscioline e i crocché per la lunghezza.

3. In una teglia, stendete la pasta per la pizza. Mettete ora il sugo, avendo cura di coprire bene la superficie, lasciando libero un bordo di un cm circa. Aggiungete ora i funghi, le melanzane, la mozzarella e, dulcis in fundo, i magici crocché. Fate cuocere in forno preriscaldato a 180 per circa un quarto d’ora e il colesterolo è servito!

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Fotografie, Orrore a 33 giri, Rock'n'roll and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

24 Responses to Cucina con Rory – Dj edition: la pizza coi crocché

  1. M.Elly says:

    senti, una napoletana che compra la pasta pronta della coop un s’affronta XD
    per il resto, sbav. E tra l’altro, avrei proprio voglia di una pizza napoletana… da me son tutte fini, e le adoro, ma ogni tanto una fatta a modino ci vorrebbe. Ho cercato qualche ristorante serio, forse qualcosina l’ho trovato ma va sperimentato

    • La Rockeuse says:

      Ahahahh lo sooo mea culpa ma stavamo lavorando e il tempo era zero 😦 ci siamo ripromessi di farla comunque però seria! Fammi sapere se trovi una pizzina buona dalle tue parti o te la mando io!

      • M.Elly says:

        allora, devi sapere che c’è un quartiere, in pieno centro e che ho frequentato una vita (elementari,medie e superiori), che è abitato da ragazzi e famiglie di origine campana e siciliana… molte famiglie sono arrivate quando Prato era nel pieno boom economico e il tessile faceva faville, tant’è che pure mio nonno si traferì da Avellino (beh, Moccia non è certo toscano…) e alla fine si son stabiliti più o meno tutti nella stessa zona. Molti hanno poi messo su pizzerie e pasticcerie con prodotti tipici e ultimamente va alla grande una pizzeria che si chiama Amalfi… mio fratello ci impazzisce, devo provarla per forza. Sennò vieni te e me la fai a casa, ti pago ehhh

      • La Rockeuse says:

        Ma va te la faccio gratis! Non sapevo questa cosa di Prato, sai? C’è un po’ di Campania anche da te ❤ comunque voglio sapere com'è questa pizza, poi ovviamente te la preparerò io e sarà buonerrima :p

      • M.Elly says:

        te intanto passami la ricetta, che la mia vien troppo fine XD io metto un kg di farina, un panetto di lievito, tre cucchiai di olio e due di sale, 500 ml di acqua e faccio liveitare per almeno 4 ore…

      • La Rockeuse says:

        Questa è la mia, solo che a volte ci metto metà farina 00 e metà manitoba, provala! https://larockeuse.wordpress.com/2014/03/11/cucina-con-rory-la-pizza-sottile-e-croccante/

      • M.Elly says:

        ah la manitoba, io la uso per i panini all’olio 😀

  2. francimakeup says:

    Ma che meravigliaaa!! Sto sbavando

  3. Immanuel Casto è un tocco di stile.

  4. Marco says:

    Ma quante padelle e teglie da lavare poi! Comunque mi hai fatto venire fame, quasi quasi vado a fare il pane

  5. Gelsomina says:

    Slurp!!! La devo fare! Da qualche parte ho anche trovato la pizza con le polpettine. Alla faccia della leggerezza:

  6. Marco says:

    OT: il tuo “claim” o sottotitolo “True tales about life, love,…” è una riedizione di quello di NANA?

  7. Pingback: 5 richieste più assurde fatte a un dj | La Rockeuse

  8. essephoto says:

    Rory for chef forever ! la foto già da sola crea molto spazio per fare chomp-chomp…alla prossima che Vi-ti-si- ripete questa avventura, Essephoto cioè me, è pronto per mangiare.
    See Y A O ! (ciao)

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s