Il miracolo di San Gennaro

San Gennà pienzece tu!

Miei cari,

so che questo è un blog cazzaro ma ogni tanto un po’ di devozione ci sta sempre, voi lo sapete. Domani qui a Napoli è festa nazionale (per la nazione appunto di Napoli) perché si celebra San Gennaro, santo patrono della città nonché porto sicuro di ogni persona (provate a gridare “San Gennà pienzece tu!” e vedrete!).

Come forse molti di voi già sapranno, è legata a San Gennaro una tradizione particolarissima. Nel Duomo di Napoli sono conservate due ampolle dove si dice sia custodito il sangue di San Gennaro, che si scioglie tre volte l’anno, cioè a settembre, a dicembre e a maggio. Qualora il sangue non si sciolga, Napoli e i napoletani tutti si troveranno in gran pericolo. Le ampolle sono oggetto di forte devozione da parte di tutti i napoletani, che ogni anno si recano al Duomo per pregare il santo e ovviamente, pregare che il sangue si sciolga e tutto vada bene.

Naturalmente, non si sa  bene che natura abbia il sangue, sebbene siano state fatte tante analisi e tante ipotesi e tutta la storia ha assunto negli anni un denso alone di mistero. Da Napoletana (acquisita) vi dico che non mi interessa di chi è quel sangue, per me è veramente di San Gennaro e trovo bellissimo che ogni anno migliaia di fedeli si trovino riuniti (una volta tanto) nella preghiera e con la speranza di un domani migliore.

Domani dirò una preghiera per tutte le persone a cui tengo (inclusi voi, miei fedelissimi!), sperando che il buon San Gennaro vi protegga. Nel frattempo, vi lascio con questa canzone di Federico Salvatore che è un po’ triste però secondo me dice tante cose vere su questa bellissima città, che io adoro ma a volte le circostanze mi costringono ad odiare.

 

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, Giornalismi&giornalai, La sfiga, Rock'n'roll and tagged , , , . Bookmark the permalink.

11 Responses to Il miracolo di San Gennaro

  1. valivi says:

    Bello questo post, sia per lo stile sia per i contenuti. Parola di una milanese 😀

  2. Marco says:

    La canzone di S. Gennaro è fantastica. Un mare di citazioni e una parlantina da rapper (fa il culo a Caparezza) il piglio giusto, la malinconia. Mi hai fatto rivalutare il genere melodico italiano (se si può definire così)

  3. Salvo says:

    Bel post ed anche la canzone di Federico Salvatore 🙂 .. una preghiera di protezione da me l avrai anche tu 🙂

  4. Michele says:

    Buon San Gennaro 🙂

  5. alfredinik says:

    Bel post davvero! Tra l’altro da napoletano acquisito anch’io sento un po’ mia questa festa, anche e soprattutto perché è l’onomastico di mio zio 😀

  6. Pier(ef)fect says:

    E’ bello che comunque le tradizioni restino nel corso del tempo! Io non sono religioso ma vi auguro che il sangue si sciolga 🙂 Bacio!

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s