Ciao amore, sono tornata.

20130826_171653La Chiesa di San Bartolomeo a Salina

Miei cari,

sono finalmente e ufficialmente rientrata alla base! Speravo di poter scrivere anche dal mio eremo eolico ma internet non è stato dalla mia parte, quindi nisba. Ma non ci lamentiamo, perché alla fine tutto è andato nel verso giusto (nei limiti del possibile).

La cosa più triste di questo viaggio è stato il constatare che i trasporti sono sempre peggio, ci sono sempre meno navi ed aliscafi e se bisogna trasportare la propria macchina, trovare un posto è un terno al lotto, senza contare i prezzi che lievitano di anno in anno. L’isola per fortuna era popolata, c’era un bel po’ di gente, anche se uno dei miei ristoranti preferiti è diventato una specie di cosa scì scì (come diciamo a Londra) dove il servizio è pessimo e soprattutto servono pasta PRECOTTA il che è uno schifo da chiamare Cannavacciuolo all’istante. Certo, le isole non sono mai ambienti molto facili (specie quelle molto piccole come Filicudi) però vabbè, anche questo in un certo senso è parte della loro bellezza.

Aneddoto del viaggio di ritorno: nonostante non fossi sola, ad un bar si accolla a me un tizio sconosciuto sulla quarantina. Inizialmente credevo volesse fare due chiacchiere ma poi comincia a diventare fastidioso, perché inizia a toccarmi (le braccia, però comunque mi dava fastidio perché che cazz, mi conosci da venti minuti già ti accolli) e a sparare castronerie di ogni genere. Mi ha raccontato che ha un ristorante a Parigi dove condisce una foglia di insalata con un litro di olio (???)  ma che a Filicudi faceva il dj per feste nelle case delle genti (?????). Infine, volendo forse conquistarmi, mi dice che sono strabica (????) ed io stavo quasi per sputargli in faccia quando la provvidenziale telefonata di un amico mi ha salvato da ogni imbarazzo, facendomi fuggire come un’upupa nel vento.  Ma roba da matti.

E voi? Che mi raccontate?

p.s. sono contenta di essere tornata!

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, Fotografie, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri and tagged , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

11 Responses to Ciao amore, sono tornata.

  1. jesslan says:

    Il classico marpione! Che pena che mi fanno i personaggi così! Ben tornata tesoro!

  2. tizy1289 says:

    Marpioni sfigati..Mi sono sempre chiesta se c’è qualche allocca che ci casca.
    Bentornata, tesoro!

  3. Michele says:

    Ma che gente che c’è in giro.
    Bentornata 🙂

  4. M.Elly says:

    Un’Upupa nel Vento, grande citazione.
    Bentornata nel mondo post-vacanze 😀

  5. ylian89 says:

    Un’isola! mi piacciono le isole XD

  6. Valentina says:

    L’unica cosa che ti posso raccontare è che sento caldo!!!!!!!!
    Bentornata!

  7. Pier(ef)fect says:

    Ma ben tornata cara 😀 Il dj nelle case delle genti eh…!?! Uhahahaha
    Comunque mi spiace che il tuo soggiorno non sia stato proprio impeccabile, purtroppo devo dire che c’è molto di preparato nei ristoranti delle isole. Conosco un ragazzo che ha fatto il cuoco lì e lamentava la scarsezza di preparazione del piatto :/ Però mi fa piacere che tu abbia staccato un po’ da internet che male non fa! Bacio!!

  8. Che gente, povera te!! Bentornata btw 🙂

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s