Riflessione semi-seria sui rapporti umani

cuggiUn rapporto umano che adoro: quello con mio cugino

Miei cari,

oggi post-semi serio (as ever) perché volevo condividere con voi una riflessione che ho fatto qualche giorno fa. Un mio conoscente ha recentemente lasciato la sua convivente, una ragazza con cui, tra l’altro, stava da circa dieci anni, praticamente dai tempi del liceo. Ha deciso di lasciarla perché da tempo non l’amava più e quindi, giustamente, ha preferito troncare questo rapporto.

Fin qui, direte voi, nulla di strano o di male. Il problema è che questo tizio l’ha tradita varie volte nel corso della loro relazione, naturalmente sempre all’insaputa di lei. Ora non voglio fare la moralista, anche perché il tradimento è purtroppo una cosa che succede ma io credo che spesso sia qualcosa di più di una semplice scappatella ma un sintomo vero e proprio che c’è qualcosa nella relazione che non va, magari in noi, nell’altro o nella rapporto stesso.

So che può sembrare un discorso un po’ campato per aria ma vi assicuro che ci sono in un certo senso passata e non penso sia facile convivere con una persona che si tradisce e soprattutto, non si ama più. E’ una cosa sbagliata per noi stessi e per l’altro/a, perché comunque in qualche modo lo si illude, ci si prende gioco dei suoi sentimenti. E a proposito di sentimenti, so bene quanto questi cambino col passare del tempo. Una passione travolgente si può raffreddare parecchio, può diventare un affetto profondo, qualcosa di forte ma differente dall’amore. Spesso tutto diventa diventa una rassicurante routine, dalla quale non ci si stacca per paura di quel che potrebbe venire (o non venire), insomma dell’ignoto.

Ce ne sarebbero di cose da dire, però non voglio stare qui a pontificare, ci mancherebbe. Mi sono fatta l’idea che certe persone continuino a mantenere in vita relazioni moribonde per la paura di stare da soli, per evitare i fastidi che una rottura comporta, non ultimi i commenti di amici, parenti e compagnia bella che vogliono “sapere e capire” motivi che non li riguardano a fatto. A volte, per il timore di mettere un punto fermo, si perde quel che viene dopo, che spesso è molto, molto meglio.

E voi che ne pensate? Vi è mai capitato qualcosa di simile?

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, ImmanuelCastologia, La sfiga, Legge di Murphy, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

20 Responses to Riflessione semi-seria sui rapporti umani

  1. dramanmakeup says:

    Bello questo post 🙂
    Io ho avuto periodi in cui trascinavo relazioni di vario genere per routine, per paura di cambiare e bla bla bla.
    Da un paio d’anni basta, se sto male/non più bene come prima chiudo. Sai che sto decisamente meglio?
    un bacione

    • La Rockeuse says:

      Ma infatti fai bene, nel senso che trascinare non ha alcun senso, perché anche se non si capisce subito, in questi casi tutti soffrono, sia chi “trascina” che chi è “trascinato” perché in entrambi i casi c’è qualcosa di non detto, di incompiuto, che manca… insomma meglio troncare che lasciare le cose in stallo per tanto tempo!

  2. Pier(ef)fect says:

    Non per ravanare nella loro storia però credo che si son conosciuti in un periodo in cui magari non erano del tutto maturi, quindi non mi stupisco non sia durata, perchè si cambia sempre specie da giovanissimi! Comunque questo non giustifica le corna! Dillo se qualcosa non va, che magari può pure farvi bene piuttosto che tradire e fare ancora peggio!

    • La Rockeuse says:

      Guarda anche secondo me, nel senso che siccome stavano assieme da anni, è normale che crescendo non sono andati nella stessa direzione, ad ammetterlo non ci sarebbe stato nulla di male. Ora anche la questione delle corna, lei magari non lo sa ma lui non so come abbia fatto per tutto questo tempo a tornare a casa da lei con tranquillità, io mi sarei veramente sentita male!

  3. Valentina says:

    “certe persone continuino a mantenere in vita relazioni moribonde per la paura di stare da soli”
    sì, mi è successo, col mio ultimo ex, ho aspettato anni a lasciarlo e pure inutilmente dato che era una relazione a distanza. Tutto ciò non ha un senso però succede.
    In quanto ai tradimenti penso che è ovvio che sia qualcosa di più di una scappatella, se si tradisce anche con un solo bacio significa che non si tiene più completamente alla persona con cui si sta perchè viene a mancare in primis il rispetto. Sarò categorica, ma la penso così.

    • La Rockeuse says:

      A volte non c’è un reale motivo per ciò che facciamo, penso che magari tu ti sei trovata a procrastinare il lasciarlo per una serie di motivi che non è facile individuare perfettamente… e ovviamente, non sei l’unica ad esserci passata, perché lasciare una persona non è facile in nessun caso.
      Per quanto riguarda il tradimento, io credo che spinga comunque e sempre a delle domande, sia esso una scappatella oppure una cosa fissa, nel senso che se io sento l’esigenza continua di tradire il mio uomo/marito/compagno/fidanzato c’è sicuramente un problema in me o nella relazione che nolenti o volenti, va affrontato. anche perché, oltre a danneggiare l’altro, danneggiamo prima di tutto noi stessi.

  4. Adriana says:

    Sono d’accordo sul fatto che il tradimento spesso possa essere la spia di un problema serio in una relazione. Magari può essere risolto (anche se ne dubito), ma comunque c’è eccome.
    Una riflessione sui cambiamenti dei rapporti: secondo me in una certa misura non è strano che le passioni travolgenti diventino qualcos’altro che può essere anche un po’ routine. Non deve essere solo quello, ovviamente, l’amore deve essere sempre alla base, però, soprattutto quando si cresce e si fanno progetti, può esserci anche una dimensione più ‘quotidiana’ (nella quale poi far convivere gli equilibri di entrambi non è mica semplice).

    • La Rockeuse says:

      Quel che dici è vero, nel senso che è normale che un sentimento si evolva e diventi più abitudinario ma la tranquillità dell’abitudine ci aiuta anche a fare progetti, nel senso che non è facile programmare qualcosa quando una relazione non è ben definita, non ha una continuità. Certo, routine e noia mortale sono due cose completamente differenti, anche se non sempre si riesce a fare questo distinguo, almeno per quel che noto.
      Per quanto concerne il tradimento, è di certo un problema che magari si risolve anche ma alla fine, secondo me, il pensiero rimane, nei termini in cui si pensa che se una persona ci ha tradito una volta, potrà farlo ancora… e lì non si vive bene, purtroppo.

  5. jesslan says:

    Non è per paura di stare da soli, perché il mare è pieno di pesci e basta aver voglia di pescare. È che a volte stai così bene con una persona, anche se sai che è una merda, che non vuoi cambiare. O quando metti un punto, si trasforma in un punto e virgola quando lui torna a cercarti in un modo in cui non aveva mai fatto prima. Vorrebbe tornare un punto quando lui ricomincia a sentirla e vederla perché il loro migliore amico è in coma. Ma non è il momento di mettere punti, perché lui è fuori di sé e non si può essere così stronzi da abbandonare la persona che più ami al mondo nel momento del bisogno. L’amico è morto e lei si “approfitta” della situazione, cercando di riavvicinarsi, complice del fatto che entrambi stanno male e sono vicini e io a km e km di distanza. Beautiful mi fa una pippa! Non ci sono voli low cost per Napoli? Così vengo giù a trovarti e ti racconto tutto! Il raccontarti é una banalissima scusa, l’importante è venire a trovarti 😉 ciao tesoro, ti voglio bene!

    • La Rockeuse says:

      Questo commento merita di più di una semplice risposta qui sul blog! Dopo lavoro ti scrivo una mail! Magari, mi piacerebbe così tanto abbracciarti mia dolcissima Jess!
      ti voglio tanto bene!

  6. Emily says:

    Quanto hai ragione!
    Anche se personalmente in passato non è stata la paura di essere sola che mi ha fatto tergiversare prima di troncare una relazione… Anzi, stare da sola era quello che volevo. A volte c’è la paura di come l’altro potrebbe reagire se è una persona fragile, a volte svanisce il sentimento con una persona che vedi oramai come un amico e non sai come troncare perché comunque l’altro non ha fatto niente di male che giustifichi la separazione… In effetti, penso che a volte la gente tradisca anche per avere una pretesto forte per rompere. E’ da codardi perché fondamentalmente si ha paura di dire all’altro che non si prova più niente per lui. Non è facile dirlo quando la persona che hai di fronte magari ancora ti adora…

    • La Rockeuse says:

      Quanto hai ragione! A volte rimani con una persona perché ti vuole molto bene e la cosa in qualche modo ti lusinga, ti fa star bene e ti dispiace troncare, nonostante per lui tu non provi nulla. Anche perché diciamocelo, se lui/lei ti adorano, intavolare la discussione del “non voglio più star con te” non è facile.
      Soprattutto perché tante volte si ha anche paura della reazione dell’altro, che magari non si vuol ferire, ed anche questa è una fesseria, perché tanto non c’è un modo di chiudere una relazione senza sofferenza, almeno secondo me.
      Ed è vero, spesso si tradisce, si fa in modo che l’altro lo sappia, in modo che la relazione finisca in modo veloce e senza troppi giri di parole, pazienza se si fa la figura degli stronzi.

  7. ylian89 says:

    Ci sarebbero tante cose da dire che in un commento non entrano…

  8. ellie says:

    mi è capitato di restare incatenata in una relazione per vario tempo anche se le cose non andavano più e non sentivo da tempo i sentimenti iniziali, ma ho mentito a me stessa dicendomi più volte che le cose si sarebbero rimesse a posto. ovviamente non è stato così e alla fine sono riuscita a troncare il rapporto, nonostante avessi paura. non so se fosse paura di restare sola o se, come dici tu, quella routine era diventata in un qualche modo confortante. per fortuna sono riuscita a finire la storia, perché quello che è arrivato dopo è stato di gran lunga migliore. e lo stesso è accaduto al mio ex, che anche se all’inizio è stato male, ha saputo riprendersi e trovare una ragazza più adatta a lui 🙂
    il tradimento in ogni caso è una cosa che non condivido. penso anch’io che chi arriva a tradire lo faccia perché c’è già di base qualcosa che non va nel rapporto. però preferisco l’onestà della gente; preferisco chi invece di tradire molla il suo compagno o la sua compagna prima di andarsene con qualcun’altro. certo, la fine del rapporto farà comunque male, ma meno di quanto potrebbe far male l’essere traditi.

    • La Rockeuse says:

      In effetti la paura gioca un ruolo fondamentale. La paura di ferire l’altro, di rimanere da soli, di non sapere come si evolveranno le cose e secondo me è un deterrente che spesso mette un freno anche grosso a chi sta pensando di chiudere una relazione.
      Senza contare che come giustamente dici, spesso subentra anche il dirsi “vabbè le cose cambieranno” e la volontà di sistemare le cose, è anche normale, almeno all’inizio.
      Certo tradire secondo me non è mai bello, sia per chi tradisce che per chi viene tradito e lo penso tanto nell’amore quanto nell’amicizia o nel lavoro, insomma in ogni ambito. La sincerità, anche se difficile, è la cosa più bella. Il vero problema spesso è comunque quello di capire la natura dei propri sentimenti e di esserne sicuri… forse è anche l’insicurezza che ci spinge ad avere difficoltà nel chiudere un rapporto.

      • ellie says:

        mi hai fatto riflettere, e penso che l’insicurezza in effetti avesse giocato un ruolo molto grande nel mio caso – ma anche in quello di altre mie amiche che hanno vissuto situazioni simili. è un’insicurezza che ci dice che ormai siamo talmente abituati a stare in questo rapporto, alla presenza dell’altra persona, che da soli non saremmo più abbastanza forti…. e invece la solitudine non è poi una cosa così terribile, dopo tutto. anzi, dopo un rapporto simile, è l’unica soluzione per riacquistare la propria forza individuale!

      • La Rockeuse says:

        Si, ci siamo capitati alla fine un po’ tutti, perché è normale che quel che conosciamo già ci da sicurezza, mentre l’ignoto ci spaventa. E pensa che c’è gente che proprio per questo trascina relazioni per anni e anni, solo per mera insicurezza del domani (per così dire). Bisogna trovare coraggio e staccarsi da certe storie, anche perché poi, una volta archiviate, raramente ci si trova pentiti!

  9. tizy1289 says:

    Io credo che il tradimento non sia mai giustificabile, men che meno quando stai con una persona da tanto tempo. Se per lo meno la rispetti, eviti di tradire e la lasci semplicemente, a mio avviso.
    Mi è capitato da ragazzina (16-17 anni) di trascinare una storia per lungo tempo, ma col senno di poi mi dico che è stata solo esperienza. Io ero piccolina e immatura, lui più grande di me e ha trovato la scemetta che gliel’ha data. Pazienza.
    A 18 anni è arrivato Ale e stiamo ancora insieme, quindi non ho così grandi esperienze da raccontare. Ti posso solo assicurare che non sto trascinando la relazione e cose simili, dopo 6 anni stiamo ancora più che bene insieme.

    Diverso è il discorso delle amicizie. Me ne sono trascinate tante, tantissime. E continuo tuttora a farlo: mi dico “cambierà”. E poi me la prendo in quel posto, come è successo recentemente con la mia ex migliore amica. Devo imparare a non farmi mettere i piedi in testa…

    • La Rockeuse says:

      Sei fortunata con Ale ❤
      Alla fine secondo me, sia che ci stai tanto che poco con una persona, il tradimento è sempre una cosa brutta. Si può perdonare o non perdonare ma rimane una cosa non bella da fare, sia per chi la compie che chi la subisce, per così dire.
      Ci vuole coraggio a mettere un punto ad una storia o a un'amicizia, non è una cosa facile, quindi ti capisco quando ti dici "cambierà", anche perché sei buona e tendi magari a dare tante seconde possibilità, io faccio lo stesso specie se l'amico è di vecchia data, è qualcuno con cui hai condiviso tanto e l'idea di troncare il rapporto mette tristezza. Ma anche in questo caso, quando si deve fare è meglio cercare di farlo senza troppe insicurezze, pure perché io credo che se un'amiciza, un amore o quel che vuoi, può essere recuperato, presto o tardi il destino farà il suo corso 🙂

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s