Amori giovanili atto #V: Kurt Cobain

Kurt lives

Miei cari,

oggi che sono 19 anni dalla sua morte, ho pensato che fosse doveroso fare un post carampanico su di lui. So che vi avevo già parlato del mio amore imperituro per Kurt Cobain ma oggi sento proprio l’esigenza di fargli una menzione.

Ero più o meno fan di Kurt sin da piccola, perché sentivo mia sorella ed altri suoi amici parlarne e ricordo anche quando morì, perché la notizia ovviamente fece il giro del telegiornali ed io guardo i tg praticamente dalla nascita (i miei sono grandi appassionati d’informazione).

Chiaramente, la passione e la comprensione della sua musica è arrivata molto dopo, ai tempi del liceo, quando ho cominciato ad accostarmi sul serio ai dischi dei Nirvana. La figura di Kurt mi colpì subito, sentivo la sua tristezza intrinseca, la sua depressione, davvero molto vicine, da buona adolescente darkettona. Il primo anno d’università un amico mi regalò i suoi diari ed io ne divenni fanatica, tanto da iniziare a vestirmi come lui (ebbene, sì).

Avevo i capelli scarmigliati, i pullover a righe, le converse, i jeans messi male e mi sentivo la novella Cobain di Lettere&Filosofia. So che può sembrare un po’ patetico ma io per anni non mi sono sentita capita da nessuno e anche se apparentemente ero una persona popolare, spesso al centro dell’attenzione e con tanti amici, in realtà mi sentivo veramente sola.

Crescendo sono fortunatamente cambiata ma sono rimasta molto legata alla figura di Kurt e ai Nirvana, che riascolto spesso sempre con piacere, soprattutto quando sono triste, in memoria dell’adolescente (e tardo adolescente) un po’ depressa che sono stata e sotto-sotto sono ancora.

Vi dedico Moist Vagina, che è uno dei miei pezzi preferiti dei Nirvana.

Starò fuori per il weekend, ci vediamo lunedì…

non fate nulla che io non farei!

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, La sfiga, Orrore a 33 giri, Rock'n'roll. Bookmark the permalink.

17 Responses to Amori giovanili atto #V: Kurt Cobain

  1. Sbally says:

    madonna già così tanti anni *_* anche un mio amore era ;)))

  2. Valentina says:

    Anche io sono una fan 😛 Ai tempi in cui cretinamente andavo appresso ai Blue me lo ha fatto conoscere il mio “amico” 😛

  3. marymakeup says:

    sono già passati 19 anni?????? Marò quanto sono vecchia 😦

  4. jesslan says:

    Kurt *_* sai benissimo come la penso su di lui!

  5. cruezadema says:

    io ho amato lui e ho avuto per anni il tuo stesso guardaroba(direi che per certi versi è ancora simile al suo ma vabeh..)

    ultimamente sono in fissa con Bleach,un signor cd cazzo!

  6. Cybermax says:

    Cobain ha lasciato un’impronta musicale indelebile nel tempo.

  7. Marco says:

    A me la sua musica non piace molto ma devo ammettere di averlo ascoltato poco. A interessare è piuttosto il personaggio, così defilato, così poco rock star “nonostante” la classica fine da bello e dannato (che probabilmente di “classico” cioè di divistico aveva in realtà ben poco). Forse tu che hai i diari saprai qualcosa di più su una fine che resta poco spiegata

    • La Rockeuse says:

      In realtà era una persona piena di problemi a cui la fama e la pressione dei media non ha giovato affatto ma anzi, l’ha finito di distruggere. Non si aspettava di raggiungere questo successo secondo me e non sapeva sostenerlo.

      • Marco says:

        D’altronde sarò banale ma un artista interessante con una vita tranquilla non l’ho mai visto. Se non è lui ad essere provocatore è il contesto in cui è ad andare contro il suo anticonformismo. E non parlo solo di musicisti recenti, penso ad esempio ai poeti vittoriani morti di overdose (già ai tempi) o con un volo dal balcone…

      • La Rockeuse says:

        Ma infatti, la fama e anche l’intrusione dei media, la curiosità del pubblico, sono parte integrante della vita di un personaggio pubblico e lo era oggi come ieri. Bisogna metterlo in conto prima di intraprendere determinate strade.

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s