Giudicare un libro dalla copertina

baffiIl baffo d’oro!

Miei cari,

oggi – sarà che ho la febbre – riflettevo che da quando scrivo articoli per dei siti ma anche da quando ho un blog (e quindi chi di voi ne ha uno potrà capirmi), sono incappata spesso in gente che ti giudica a casaccio.

Con gli articoli, mi sono sentita dire la qualunque. Che sono incompetente, ignorante, che non capisco nulla. Ora per carità, non sono un premio Nobel, però non credo che lo siano neppure gli anonimi commentatori devi vari giornali-siti per cui ho scritto. Quando scrivo un articolo, cerco di riportare fonti autorevoli o comunque, non sono solita inventarmi tutto di sana pianta ma puntualmente, arriva il giustiziere mascherato a dire che o tu sei una ciuccia oppure lo è direttamente tutta la categoria giornalistica.

Di solito non ci rimango male, a meno che non si tratti di articoli musicali. Premessa: non che io sia Lester Bangs, per carità ma sento d’avere una certa competenza, che mi deriva sia dal fatto di aver studiato musica che storia della musica e musicologia, senza contare l’esperienza di redattore musicale che ho accumulato negli anni. Ma anche qui, spesso giudicare a casaccio is the way.

Con un blog, poi, le cose spesso peggiorano. Perché magari qualcuno cercando “provulone paesano” arriva sul tuo blog, legge una cosa al volo, ti etichetta come sfigato di settima o rimbambito finale e decide che deve perdere dieci minuti del suo tempo a dirti quanto sei fesso commentandoti il blog. Senza neppure soffermarsi a vedere perché uno ha scritto quella tal cosa o chi caspita è l’autore del blog. No, loro commentano e ti giudicano come se fossero tuo fratello Alessandro che ti conosce da una vita.

Il punto per me è: se cercando “provulone paesano” capito sul blog di una persona che mi pare rincoglionita, io mi limito a pigiare la piccola x in alto a destra e addio, non mi metto certo a sputare sentenze. O anonimi commentatori, potreste gentilmente farlo anche voi, andando a sprecare il vostro prezioso tempo altrove? Anche perché vi assicuro, non ci fate la figura delle persone intelligenti. Anzi.

E voi? Vi capita mai di ricevere commenti indesiderati da furbacchioni di turno?

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, ImmanuelCastologia, La sfiga, Lavoro, Legge di Murphy, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri. Bookmark the permalink.

23 Responses to Giudicare un libro dalla copertina

  1. Michele says:

    eh già, purtroppo la gnete si diverte anche a sputare senteonze a caso, e senza dubbio è maggiore il piacere dei molti per la critica che per l’elogio…
    peraltro secondo profondi conoscitori del marketing, titolo e copertina di un libro possono influire sulle vendite per più del 1000%, questo dimostra quanto la mente umana sia mediamente psicolabile e predisposta al turlupinamento 😉

    • La Rockeuse says:

      Ahahah si sapevo questa cosa 🙂 ma guarda, io non voglio sembrare quella che non accetta critiche, anzi, però uno che ti arriva e ti scrive “sei scemo” non ti sta criticando, ti sta insultanto gratuitamente! E questo non lo tollero!

      • Michele says:

        già, concordo in pieno, da scribacchino (soprattutto per i racconti) apprezzo molto le critiche, oggettive e motivate, l’insulto o la presa di posizione a “simpatia” sono un nonsense 🙂

  2. Emily says:

    Con il blog mi è capitato qualcosa di simile, ossia ricevere commenti da persone che pensano di conoscerti solo perché hai questa sorta di “diario virtuale”. Ma la verità è che in un blog uno non scrive tutto di sé. Se capita, ad esempio, di scrivere un post un po’ deprimente, non voglio sentirmi dire da un perfetto sconosciuto che mi piace deprimermi né voglio essere etichettata come una che finge di essere triste per avere attenzioni. Perché se nel mio blog scrivo che sono triste senza però voler spiegare il motivo, gli altri non possono giudicare: forse c’è chi è triste perché si è spezzato un’unghia, ma c’è anche chi è triste per motivi più seri. Insomma, chi getta fango sui sentimenti altrui mi dà proprio fastidio…

    • La Rockeuse says:

      Esatto! Pensa che uno una volta mi disse addirittura “eh ma perché scrivi che sei triste, vuoi solo far preoccupare la gente!”. Ma non capisco, blog come i nostri esistono per dare forma ai nostri pensieri… e allora se siamo giù perché non scriverlo? E poi non credo che uno si preoccupi davvero per ciò che scrive un blogger, a meno che questo non dica che vuol morire o autoinfliggersi punizioni corporali. Che poi uno non dice proprio tutto anche nella vita reale o meglio, non è che sbandieriamo ai quattro venti tutti i nostri sentimenti. Il blog, l’ho detto tante volte, per me rappresenta anche uno sfogo e quando uno si sfoga non deve essere mica giudicato o etichettato come scemo!

  3. andrew says:

    Don’t pay attention to them, that is what they want. I don’t know how anyone could be mean to you. Feel better soon sweetheart!

  4. cruezadema says:

    il mio blog è piccolo e sfigato quindi mi è capitato poche volte di leggere commenti offensivi. la mia prima sparamerda ad casaccium è stata una dolcissima ragazzuola che mi ha gentilmente ricordato che ho più di qualche brufoletto in faccia,peccato che il post che la signorina commentava parlava proprio di quello,della serie “non leggo quello che scrivi, io sparo merda,e questo è quanto” l’ho mentalmente mandata a cagare e ho cestinato i suoi insulti. poraccia deve annoiarsi molto per perdere tempo a insultare me :°)

    grande baffo d’oro!

    • La Rockeuse says:

      Ahahaah quelle sono le migliori! che poi io dico, a parte manco lo sforzo di leggere (e si capisce che era capitata sul tuo blog a caso) ma poi, secondo loro, uno non sa di avere determinati problemi? Per dire, a me quelle che arrivano e fanno “eh ma ti tingi i capelli”, secondo loro io non lo so? Tralasciando poi il fatto che cambio spesso colore e che spesso chiedo anche pareri a chi mi legge! Roba da matti!

      • cruezadema says:

        ahahaha casi umani!

        “hai l’acne sai?!”
        “ma va?! non me ne ero mai accorta,senza di te avrei vissuto convinta di avere la pelle di una bambola di porcellana. grazie ti devo la vita ciao” -.-‘

      • La Rockeuse says:

        Ahahahah esatto! anche io non sapevo di tingermi i capelli, pensavo di passare quelle 3 ore dal parrucchiere per simpatia!

  5. Pier(ef)fect says:

    fortunatamente non mi accade, però mi piacciono i commenti negativi secondo una logica ( non è il caso di cui racconti) perchè mi spronano a provare a far meglio! purtroppo ancora non ho dovuto sfanculare nessuno in questo senso!

  6. Luigi says:

    Sei sei ciuccia tu è la fine del mondo scribacchino!
    I giudicatori volanti, oltre ad essere decennali superficialoni, sono anche il frutto dell’immane sapienza dei tempi correnti, quella che si scioglie con mezzo sms o post di Twitter. Troppo abituati alla polemica in tre righe ed a leggerne solo altrettante.

    • La Rockeuse says:

      Questa è buona e te la fregherò! buona e veritierà, perché è oggettivamente più facile fermarsi alle apparenze più che andare a fondo – neppure troppo – e capire cosa c’è dietro a quello che si scrive.
      grazie per il non ciuccia ❤

  7. jesslan says:

    …E quante volte! Ma sai qual è la mia risposta? “Trust I seek and I find in you, Every day for us something new , Open mind for a different view And nothing else matters”…in parole povere chi se ne frega di quello che dicono gli altri! Bacini!

  8. Ailuig says:

    Ma tanto loro sono perfetti e possono giudicare te, che sei solo una povera pirla.
    Amo la nuova testata.

  9. tizy1289 says:

    Ricordati, tesoro: chi passa il tempo ad insultare su siti, blog e quant’altro ha una vita alquanto triste, sola e sconsolata.
    Sei la mejo! E anche la più figa! U.U

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s