Mitologia della facoltà di Lettere e Filosofia

La mia facoltà

Miei cari,

oggi ho visto che un tizio su Yelp ha recensito la facoltà di Igegneria della Federico II di Napoli, il mio Ateneo e mi è venuto da ridere, perché su Yelp si recensicono attività commerciali e poi perché ho pensato a una recensione della mia Università. Dovete sapere che la facoltà di Lettere e Filosofia era ed è frequentata da un gruppo di strani individui. Vi riporterò, in questo primo Amarcord, tre dei soggetti in cui un po’ tutto gli studenti di diverse generazioni sono incappati.

1) Spicce. Spicce è un clochard di colore che si muove nella zona dell’università ma anche della Metro Linea 2, alla ricerca (ça va sans dire) di spiccioli. Quindi si avvicina e ti domanda “My friend, dammi o spicc'” mescolando un po’ di inglese e di napoletano maccheronico (anche perché lui non si sa di dove sia). Spicce qualche volta s’addentra nel cortile di San Pietro Martire, quello che vedete nella foto, e fa due chiacchiere con gli studenti, oppure si ferma in prossimità di qualcuno che offre intrattenimento musicale agli astanti con chitarra o bonghetti.

2) La prof Scuotto. La professoressa Scuotto è un’anziana insegnante di Letteratura Latina, nota soprattutto per aver preso parte a “Uomini e donne” anziani edition. Qui un’immagine della prof, con  la sua zazzera bionda e riccioluta, mentre qui una testimonianza della sua apparizione. Non so se posso parlarvi di lei come insegnante senza rischiare una querela, ad ogni modo sappiate che quell’apparizione, di cui nel secondo articolo c’è anche un video, non è neppure la cosa peggiore che io le abbia mai visto fare.

3) Il prof Federico. Terrore della facoltà di Lettere Classiche, il prof Federico è un intrattenitore più che un insegnante. Docente di storia greca, il prof è noto a tutti più per le sue battute allucinanti che per le sue lezioni. La sua aula è nota come “Berlino Est”, visto che Federico è convintamente comunista. Vive a Capri, da dove viene ogni mattina, sempre impeccabile e ben vestito. Lo si sente sovente inveire contro persone anziane, ignoranti, studenti di giurisprudenza, gente che va in bagno e gente che beve acqua. Qui potete trovare raccolte alcune delle sue perle di saggezza.

E voi? Avevate personaggi allucinanti e mitologici nella vostra università/scuola?

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Carolina Invernizio, Giornalismi&giornalai, La sfiga, Legge di Murphy, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri, Scoop!. Bookmark the permalink.

27 Responses to Mitologia della facoltà di Lettere e Filosofia

  1. ylian89 says:

    Puff, quante ne vuoi xD

  2. Pier(ef)fect says:

    io a parte i gatti ( che poi qualcuno ha tolto di mezzo), la prof di storia moderna che ti domanda di Mara Venier e il professore di Inglese che solo ora e grazie ad una cura di psicofarmaci non ci dice “teste di cazzo”, non ho granchè da raccontare xD

  3. Salvo says:

    Dal lato ingegneria è lo stesso ^^.. Spicce non lo vedo più sulla linea 2, adesso c’è quello che ti dà o poggia(e poi si riprende) i fogliettini

  4. Luigi says:

    Spicce sarà masochista, si autotortura con chitarra e bonghetti!
    La Scuotto ha un nome che è già da Uomini e donne!
    La descrizione del prof Federico mi ha fatto morire, lo voglio conoscere! Peccato che sia entrato nella pagina FB (senza account) e ne sia uscito in un millisecondo perché anche lì ci sono i grandi satirici che tirano acqua al mulino di qualcuno, cosa che probabilmente non c’entra nulla con la pagina, come sovente accade.

    OT Volevo dire a tutti che è il premio vinto con il giveaway di qui è una figata pazzesca, è come se la Rockeuse mi avesse mandato il lobo di un suo orecchio! Tenetelo a mente per i prossimi concorsi!

  5. Ailuig says:

    Cos’ha il prof. comunista contro chi beve l’acqua? o.o

  6. Demart81 says:

    Ti sei scordata di linkare il video della Scuotto.

  7. tereeffe says:

    Il DAMS musica di Bologna è abbastanza famoso per i “soggetti”: è considerata l’università dei nullafacenti e della gente che vuole fare un’università, ma non sa cosa fare.
    Quasi tutti i docenti del DAMS Musica ritengono che l’unica Musica degna di essere chiamata così, è quella classica: si definisce Arte ed è differente dal rumore, quindi tutta la musica non classica. Ti fanno studiare SPARITI convinti che tu diventerai compositore \ direttore d’orchestra!
    Ma i veri idoli del DAMS di Bologna sono i segretari.
    Uno in particolare.
    Questo è finito a fare i provini del Grande Fratello, è stato alla Ruota della Fortuna 3\4 anni fa ed è uno svampito totale: ti basta guardarlo in faccia per capire tutto.
    Il docente di Antropologia culturale: dice di aver avuto “esperienze mistiche” col suo coinquilino a Londra, odia gli anziani, odia Berlusconi e durante l’esame ama chiacchierare sulla chiesa e i preti (io e lui ci siamo trovati subito, dato che entrambi atei e con stesse idee). Fuori di testa, ma un professore così capace non lo troverò mai più.
    L’uomo della mia tesi: ha gli sbalzi d’umore peggio dei miei. Forse ha pure le mestruazioni. Ogni tanto fa le linguacce agli studenti.

    • La Rockeuse says:

      Muahahahahaha ma che miti!
      io avevo solo il segretario coglione che scassava il cazzo, mica era così avventuroso da andare in tv!
      Anche il prof che fa le linguacce agli studenti è amore ❤

  8. tizy1289 says:

    In centro a Brescia gira Soldino. Ha circa millemila anni, io credo, era uguale trent’anni fa quando i miei gironzolavano da fidanzati in centro e se lo ritrovavano davanti a chiedere appunto un soldino. Si vocifera che sia ricco, e che i parenti ogni tanto lo raccattino dalla strada, gli diano una ripulita e che poi lo lascino andare. E’ innocuo, ti chiede solo qualche cent per comprarsi il gelato.
    Nella mia università l’unico caso particolare che mi sovviene alla mente è la docente di storia del teatro greco e latino, nell’ambiente accademico conosciutissima e apprezzatissima tanto da tenere convegni in tutta Europa. Preparatissima, per carità, peccato che le vedi i baffi dalla quarta fila dell’aula…

    • La Rockeuse says:

      i baffiiii! ahahahaha oddio! mi ricorda una che stava in classe con mio fratello Lorenzo e la chiamavano la baffona, poverina!
      Il barbone che c’è da te è simile a Spicce, non da fastidio a nessuno… chiede appunto solo i soldini. A me ha sempre fatto simpatia!

      • tizy1289 says:

        Tra l’altro -tra triennale e specialistica – sono 5 anni che gravito là dentro e a me pare che i baffi si siano allungati…Al contrario dei capelli che sono sempre più mocio vileda e sempre più radi! E i calzini..ormai non si impegna nemmeno più: una volta, a lezione, aveva un calzino coi cuori e l’altro a righe…XD

      • La Rockeuse says:

        Poverina! Però ti dico che anche da me ci sono prof bravi, conosciuti e stimati che si vestono demmerda. Io non dico che devono sembrare usciti da Vogue ma manco venire a lezione così in mal arnese…

      • tizy1289 says:

        Io ti dico che ho fatto un esame – ora che mi ci fai pensare – con un’assistente del prof di Letteratura Italiana 2 che aveva un cerchietto con dei muffin di peluche attaccati…O.o

      • La Rockeuse says:

        stupenda *-* le avrei rubato il cerchietto!

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s