5 persone per cui vale la pena fare la groupie (platonica)

Miei cari,

oggi post licenzioso sul rock’n’roll. Altrimenti che rockeuse sarei? Prima però vorrei graziosamente invitarvi a cliccare qui per vedere la mia nuova rubrica di moda “Stilosofia” sul sito LadyO, che è tutto dedicato alle donne. Fatemi sapere che ne pensate o se è meglio che mi do all‘arte bianca.

Tornando a noi, oggi vi propongo una breve carrellata di 5 persone per cui vale la pena fare la groupie platonica.  Il platonismo delle groupie subentra quando hai una certa età e continui ad apprezzare cantanti e band ma ti limiti solo a quello, senza voler attentare a null’altro.  Cerco di mettervi qualcuno di nuovo, in modo che oltre a conoscere un figo conosciate anche un po’ di buona musica!

1. Bianco

Bianco è un giovine cantautore torinese di gran talento. La sua voce è molto bella, dolce e leggera, si fa ascoltare che è un piacere. Tra poco uscirà il suo nuovo disco (che ho avuto la fortuna di sentire e che è bellissimo) e qui potete avere un assaggio di uno dei suoi pezzi. Molto, molto, molto bravo. E caruccio.

2. Gianluca De Rubertis

Porno-pop porno-pop porno porno porno

Ve lo ricordate? Qualche anno fa era nel gruppo “Il Genio” e faceva ballare anche i più riottosi con “Porno Porno Porno”. E’ il classico fighetto un po’ antipatico che piace anche se non lo ammetteremmo mai. Adesso fa il solista ed è venuto fuori che ha una meravigliosa voce alla De Andrè, altro che quella tizia che cantava con lui. Cliccare qui per credere.

3. Dilis

Dilis-Pietro

Dilis, o anche Pietro, è un cantautore campano molto bravo, anche se purtroppo ancora poco conosciuto. E’ il classico tipo da groupie platonica perché è un ragazzo raffinato e gentile, lo potresti tranquillamente chiamare a suonare per intrattenere gli amici in una serata fredda, magari davanti al camino. Qui una delle sue canzoni che preferisco.

4. Lele Battista

Lele Blue eyes

Sono carampana di Lele da quando, nel 2002, andò a SanRemo con la sua band dell’epoca, ossia La Sintesi. All’epoca cantava “Ho mangiato la mia ragazza” e non si poteva non adorarlo. Poi le cose sono cambiate, lui si è messo a fare il solista, ha corretto il tiro ed è molto, molto bravo. La mia canzone preferita del suo ultimo disco è “Attento”, un duetto con Joe Giovanardi che io adoro (come già sapete).

5. Davide Toffolo

L’allegro ragazzo morto

Ecco, Toffolo lo inserisco perché sono fan dei TARM e perché lui è una specie di zio per me, mi ha anche disegnato un animaletto simpatico e teschiuto sull’acustica (intesa come chitarra), quindi ci sono molto legata. Poi è anche affascinante! E la sua band è un mito, non c’è che dire. Il mio pezzo preferito è “Mio fratellino ha scoperto il rock’n’roll”.

E voi? Che ne dite? Vi piacciono? Aggiungereste qualcuno alla lista?

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, Non vi drogate bambini, Rock'n'roll. Bookmark the permalink.

6 Responses to 5 persone per cui vale la pena fare la groupie (platonica)

  1. Ellie says:

    Devo essere onesta, non avevo mai sentito parlare di nessuno di questi personaggi. Shame on me. Andrò a darci un’occhiata 🙂

  2. Adriana says:

    L’articolo è molto carino 🙂
    Sui cantanti non sono molto ferrata, la mia scoperta più recente sono i Bandaradàn, che però più che altro suonano: http://bandaradan.com/ http://www.youtube.com/watch?v=10tGu4zqYlw

  3. ailuiG says:

    Io conoscevo solo Toffolo… Ma se De Rubertis ha una “meravigliosa voce alla De André” non posso non ascoltarlo! 😀

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s