Essere Massimo Mignanelli

Fantastiche scarpe verde mèèèènta di H&M, vostre con soli 19 euri!

Miei cari,

oggi post veloce (ma non troppo) su un mio collega del tg1, ovvero Massimo Mignanelli. Su di lui si sono già spesi menti ben più eccelse della mia (uno su tutti: Aldo Grasso), perché il lavoro di questo giornalista lascia a bocca aperta, di stucco, di sale un po’ tutti quanti, colleghi e non, che in realtà, sotto-sotto, lo invidiano un pochino.

Costui è noto nell’ambiente per fare servizi davvero utili, come ad esempio quelli dedicati agli ultimi trend dell’abbronzatura nelle località sciistiche, ai posti più in dove andare al mare, ai gelati più buoni della Penisola e via discorrendo (qui alcune sue perle, tutte da vedere!)

Tutti sogniamo di essere come lui, di guadagnare 2000 e rotti euro per andare a cazzeggiare in spiaggia, in montagna o ad intripparci di gelato… voglio dire, a chi non farebbe piacere? Tra parentesi, io l’ho pure conosciuto quando facevo lo stage alla Rai. Ricordo con tanta simpatia quando mi chiese se poteva mettersi al mio pc perché non ne aveva uno (!) e se potevo lasciargli aperto Word [non so se queste cose sono passibile di denuncia, però vabbè, ve le dico lo stesso, caso mai faccio una rettifica…].

In conclusione, lui è uno che si ruba lo stipendio in modo creativo, come si capisce bene qui.

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Giornalismi&giornalai, La sfiga, Lavoro, Legge di Murphy, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri. Bookmark the permalink.

17 Responses to Essere Massimo Mignanelli

  1. LadyLindy says:

    ma solo io non lo conoscevo?

  2. marco says:

    io l’ho visto di persona a Olbia, sicuramente stava paparazzando qualcuno. mi affascinano le sue basette e la “S” sssibilante

  3. says:

    Ti saluta Paris Hilton..

  4. Pipkin says:

    Quando torno a casa dall’ufficio giuro che mi vedo i video. Già i titoli mi sanno di servizi altamente professionali, ALTRO CHE TE.

  5. Adriana says:

    Ma perché, al tg1 ci sono anche servizi che non parlano dei gelati, del mare, dell’influenza o dei saldi? Vuoi dire che ogni tanto trattano pure cose serie? Scusa l’ignoranza, ma da tempo sono passata al tg su la7 😀

  6. sbally says:

    adoro il tuo titolo/immagine di sfondo del blog :)))
    kiss

  7. fragolinaperdovere says:

    Quando si dice il duro lavoro!!-.-

  8. sofia says:

    Non mi capita mai di fare commenti sui blog che leggo, ma in questo caso faccio un’eccezione, perche’ il blog merita davvero e voglio scriverlo a chiare lettere.

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s