Essere convinti

Foto random

Miei cari,

oggi solito post randomico del lunedì, per iniziare bene la settimana (come già sapete oramai).

Il SunRock Festival è andato bene anche se è stato molto molto stancante. 12 ore di musica senza interruzioni si sono fatte sentire sul mio anziano groppone però ne è valsa la pena, è stata davvero una bellissima serata.

Parlando di cose femminili, sto provando da vari giorni una crema ecobio antiacne che mi ha preparato un’amica di mia sorella (se leggi:GRAZIE!) e presto vi farò sapere come mi trovo. E’ la prima volta che provo una crema ecobio fatta in casa e sono davvero curiosa di vedere i risultati. A proposito ma voi ne avete mai provate? O fatte? E come vi siete trovati/e?

Cose femminili #2: sto mettendo anche la BB cream per pelli impure di Garnier di cui vi avevo accennato. Sinceramente mi piace di più della crema classica e l’effetto mi pare carino, chiaramente contiene siliconici quindi non penso la userò tutti i giorni perché come sapete la mia pelle sta già inguaiata.

Mi sono trovata a considerare l’eccessiva convinzione che ostentano alcune persone. Gente assolutamente normale che però si crede la migliore in praticamente tutto quello che fa. Un po’, devo dirvi la verità, li invidio perché tendenzialmente io sono sempre stata molto insicura ma d’altro canto alcuni mi sembrano davvero ridicoli in questa eccessiva sponsorizzazione di sè. Voi che ne pensate?

Ultimamente mi sono anche resa conto che molte persone confondono il desiderio di possesso con l’affetto. E’ una cosa molto triste, che spesso fanno soprattutto i genitori (e parlo in generale, non soltanto di cose direttamente riferite alla mia persona), non rendendosi conto che un figlio è prima di tutto una persona, non una borsa oppure un libro, quindi nolenti o volenti non si ha alcun diritto di possesso su di loro. Non esiste il “ti voglio bene” che significa “sei MIA PROPRIETA'”. Vi è mai capitato di sentirvi “l’oggetto” di qualcuno? O sono trip soltanto miei?

Ultimamente la gente che parla dialetto mi da ai nervi. Non chiedetemi il perché, accade e basta anche se mi rendo conto che sia una cosa normale parlare il dialetto della propria regione. Trip solo miei #2.

La terra continua a tremare. Si parla di prevenzione, di questo e di quello ma all’atto pratico mi pare che nessuno faccia nulla. Sono davvero preoccupata. Chiaramente mi sento inutile, perché anche io non è che posso fare granché. Tra parentesi ho sentito di alcune truffe che ci sarebbero rispetto alle raccolte di fondi e ho deciso di informarmi un po’ meglio, perché purtroppo c’è gente che si approfitta di ogni situazione, pure di quelle più tragiche.

Il MANTRA della settimana sarà AGIRE, perché non importa cosa si fa… basta non rimanere con le mani in mano! 

E voi? Che novità ci sono? 

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Giornalismi&giornalai, La sfiga, Lavoro, Legge di Murphy, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri. Bookmark the permalink.

6 Responses to Essere convinti

  1. Che post fico!
    Volevo andare a dormire invece voglio commentare!
    Allora, la gente che si sente sto cavolo (scusa il dialetto eh eh eh) mi sta troppo sulle scatole, si nota tantissimo che non è semplice e spontanea sicurezza di sè ma come dici bene tu sponsorizzazione di sè…che noiosi e boriosi, quanto mi piacerebbe dirgli tutto in faccia, tipo: ma chi ti credi di essere, ma che menate vai dicendo ecc ecc ma a volte per diplomazia non si può fare.
    Sul fatto che amare non significa possedere sei mooolto avanti per l’età che hai, vanne fiera 🙂

    • La Rockeuse says:

      Ma che tesoro sei grazie!
      Però sono sincera, questa cosa mi è venuta in mente esclusivamente perché mia madre ha per me solo sentimenti di possesso (o quasi) e sono rari i momenti di reale affetto, purtroppo sin da quando ero molto piccola.
      Invece, per la gente che si crede il papa, davvero non ho parole, son davvero ridicoli.

  2. marco says:

    Non posso commentare le “cose femminili” ma, non ti piacerebbe essere ritenuta proprietà di qualcuno e sentirti anche sotto la sua protezione? Agire sarà il mantra di ogni settimana quindi!

    • La Rockeuse says:

      Agire mantra della vita 😉
      Protezione è un conto, proprietà è un altro. Per quanto si possa amare qualcuno, bisogna sempre tenere presente che è una persona e non un oggetto, perciò ci appartiene fino a un certo punto!

      • marco says:

        La differenza è chiarissima, ma il limite è sempre quello della percezione, di chi da e riceve. è chiaro che ciò possa portare a brutte sensazioni.

      • La Rockeuse says:

        Questo senza dubbio, infatti non è comunque una cosa facile. Infatti io facevo l’esempio dei genitori che il più delle volte non si rendono conto di starci tarpando le ali probabilmente, forse lo fanno solo per affetto e comunque sbagliano 🙂

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s