L’adolescenza che non ti abbandona

Foto vintage ed evocativa (di cosa, non si sa)

Miei cari,

oggi ho fatto una riflessione. Non siamo noi giovani a rifiutare di crescere ma è l’adolescenza che si rifiuta d’abbandonarci. Ragionateci, se così non fosse, non continuerei ANCORA ad avere questi maledetti brufoletti (magari pure sottopelle) che francamente mi fanno perdere il sonno perché li odio e non so come mandarli via, tanto ricompaiono ciclicamente in allegria. Vi giuro, preferirei le rughe, sono seria. E non mi dite che sono gli ormoni, che questo e che quello, perché non ci credo più!

Ovviamente non mi lascerò abbattere da tali quisquilie, così come nemmeno voi dovete cedere agli orridi nemici, continuiamoli a combattere a colpi di limone e cortisone! Ovviamente non è mica solo l’acne il problema. Direi che il problema è la società tutta. I genitori che temono il vederti crescere, anche perché il vedere un figlio adulto ed emancipato li fa sentire vecchi e magari poco utili, tu stesso che rimani a casa o comunque nel raggio della famiglia perché è una soluzione assolutamente di comodo e via discorrendo.

Molti hanno anche quasi paura di “diventare grandi” perché temono di perdere in un certo senso quello che hanno. In realtà non si perde nulla o meglio, le cose si evolvono ugualmente, quindi bisogna solo imparare ad accettarle con un po’ di tranquillità, anche perché nolenti o volenti, le cose cambiano ugualmente e allora c’è poco da fare. In conclusione, cari brufoli, decidetevi ad abbandonare il mio organismo. Anzi, facciamo così, farò un fioretto (siamo anche quasi a maggio) se ve ne andate a quel paese una volta per tutte, mi impegno ad essere più buona ed equilibrata con tutti, compresi i votanti Pdl.

 E voi? Avete qualche strascico adolescenziale? o ne siete usciti vincenti? 

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Carolina Invernizio, Fotografie, La sfiga, Legge di Murphy, Me, Non vi drogate bambini. Bookmark the permalink.

5 Responses to L’adolescenza che non ti abbandona

  1. Adriana says:

    Il vero problema purtroppo è che trovare un lavoro decoroso e andarsene di casa oggi è difficilissimo 😦 Quindi, volenti o nolenti, un po’ si rimane a uno stadio adolescenziale.
    Per i brufoli: sarà mica un problema di alimentazione? Mangi sano o no? 🙂

    • La Rockeuse says:

      Sanissimo 😦 sono terrorizzata dall’ovaio policistico ma mi dicono che non sempre comunque porta brufoli e che più che altro sono cisti!
      Concordo comunque sul lavoro e sull’andare via di casa a meno che non ti fitti una stanza, che non è proprio avere una casa vera!

  2. ahahaha proprio in questi giorni avevo voglia di scrivere due righe sulla mia adolescenza cronica! Io non ho nè strascichi (si scriverà così?) nè posso dire di esserne uscita vincente: non ne sono proprio uscita!… ma i brufoli mi hanno abbandonata da un pezzo, fortunatamente senza necessariamente lasciar spazio a troppe rughe 😉
    Per quanto riguarda il tuo ultimo pensiero: beh saresti assai più bella cattiva con i pidiellini e con l’acne che buona con gli stessi e la pelle liscia !!!

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s