Come camminare sui tacchi – FINALMENTE!

Volevo fare ironia indossando delle ballerine ma in realtà sembro solo una barbona con tutte ste chitarre buttate. Vabbè.

Cari amici,

vi ricordate il video che promisi sul come camminare coi tacchi alti? Ebbene, eccolo!

Premessa: scusate i vari scatarramenti ma sono ancora un po’ inguaiata e scusate anche lo sguardo da flippata ma sto lavorando abbastanza e sono comunque un’esaurita. Ovviamente il video è stato girato da me con la webcam per non farmi deridere dagli abitanti di questa casa, quindi perdonate la qualità non eccelsa.

Postfazione: Per qualsiasi cosa vi rimando al blog di Momo che di scarpe ne sa più di me e fece anche una piccola guida per camminare sui tacchi alti, se vi interessa andate a curiosare!

Post-Post fazione: Vi riassumo un po’ i tip di cui parlo nel video, se non volete ascoltarmi gracchiare:

Scegliere tacchi comodi: scegliete scarpe alte max 8 cm, magari con un tacco doppio e un po’ di zeppa-plateau in avanti, vi aiuteranno ad essere più saldi.

Camminare in casa: provate a camminare coi tacchi in casa prima di uscire. Eviterete figuracce ma anche eventuali fratture.

Non ancheggiare troppo: ancheggiare fa perdere il baricentro ed ergo è deletereo.

Spalle dritte: Tenete le spalle e la schiena dritta o almeno cercate di farlo, vi aiuterà nell’impresa.

Spostare il peso davanti: piegate bene il piede, spostate il peso sulla punta e non sul tallone.

Camminare piano: chi va piano va sano e va lontano.

Non pensare troppo: Cercate di non pensare troppo “oddio! e se cado? e se mi faccio male?” andate e camminate con disinvoltura!

Che ne pensate? Avete qualche consiglio da aggiungere?

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, Me, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri, Scoop!. Bookmark the permalink.

21 Responses to Come camminare sui tacchi – FINALMENTE!

  1. Demart81 says:

    Potevi dire “Modello numero 4: Giuditta!”
    Comunque mi aspettavo qualcosa di più trash, chessò un Giggi-Loredana di sottofondo, una scolapasta in testa…
    (si sente decisamente meglio rispetto all’altro video, vai a capire perché)

  2. Bob says:

    Dai non gracchi più del solito, però il movimento di gambe e piedi non si vede granché. Però confermo che li porti bene, almeno le volte che ti ho vista io.
    Non sono andato nemmeno io al concerto dei Casa del Mito ma pensavo che ci fossi andata visto che sei amica del barman o hai litigato pure con lui?

  3. Carlo says:

    non credo che porterò mai i tacchi 🙂 ma magari in qualche altra incarnazione futura questi consigli potrebbero essere molto utili….

    buona domenica

  4. Demart81 says:

    Tema.
    La candidata illustri il reale significato dell’aforisma attribuito a Vujadin Boskov “Gol è quando palla supera linea di porta” alla luce della gara Milan-Juventus del 25 febbraio 2012.

  5. Io aggiungerei tre consigli:
    – se la tua soglia del dolore è pari allo zero scarabocchio, come la mia, iniziare con un tacco di 5cm è sufficiente. Ora sono in grado di girare con falsissima nonchalance anche con tacchi 12, ma la prima volta che li ho indossati, a circa 17 anni, erano un paio di sandali tacco 5. Ho fatto 500m e sono tornata a casa a mettermi le All Stars.
    – non atteggiarsi a gnoccolone: è in quel momento che cadrai come una pera cotta (sì, ancora una volta, parlo per esperienza personale).
    – se qualcosa va storto, guardare questo:

  6. dianadabagno says:

    “The” consiglio è “Non pensare troppo alla camminata”.
    Vedo orde di ragazze che camminano con i tacchi come se fossero sulle uova non perché siano poco stabili (ormai il 99% delle scarpe col tacco ha il plateau, è tutto più semplice) ma perché stanno lì a chiedersi “prima tacco o prima punta? Ancheggio o non ancheggio?”.
    (Cosa che capita anche a me. Io non ho nessun problema con i tacchi, ci corro pure, ma appena mi soffermo sul movimento divento un’impedita, e mi passa tutta la gioia di indossare le mie bellissime bimbe taccate).

    • La Rockeuse says:

      Nooo non ci si deve pensare!
      Meglio andare spediti e credere di indossare ballerine o converse, io mi autoconvinco che sia così e vado discretamente!
      Che dici del video outfit “come vestirsi come una giornalista figa?” :p

  7. dianadabagno says:

    Guarda, mi sarebbe molto utile, ci pensavo proprio qualche giorno fa, dopo aver intervistato un medico. Lavorando in un settore che non è proprio informale (di solito mi occupo di sanità e terzo settore), di solito mi vesto di conseguenza, ma credo di fare l’effetto “bimbetta che si è vestita a festa” (Almeno adesso ho 28 anni e ne dimostro 22. Pensa quando avevo 16 anni, quando ne dimostravo 12). Spesso gli intervistati – soprattutto se uomini, soprattutto se piacioni – si fanno abbastanza influenzare da questa cosa, aimè.

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s