Strane storie d’amore

Il the delle sei nella comune de LaRockeuse

Amati lettori,

volevo innanzi tutto condividere con voi, oltre a questa tazza di the, una mia foto che è comparsa sul Tumblr “A conversation on cool”di Angelo Giraldi, che ringrazio davvero tanto!

Detto questo, siccome è un periodo in cui mi sono disamorata e ho quindi smesso di credere nell’amore e soprattutto che prima o poi troverò qualche disgraziato disposto a condividere parte della sua esistenza con me, ieri un amico mi ha raccontato questa storia assurda che ho deciso di condividere con noi.

Circa 14 anni fa, agli albori delle chat e di internet, c’era un ragazzo napoletano che chiameremo Mario che conobbe online una ragazza portoghese. Iniziarono a scambiarsi pensieri, parole e fotografie (lei in particolare mandava bellissime immagini di sé) e più il tempo passava, più iniziavano ad interessarsi l’un l’altra fino a definirsi innamorati. Dopo circa un anno, decisero addirittura di sposarsi, benché non si fossero mai visti. La ragazza propose a Mario, che aveva un buon posto di lavoro, di inviarle un po’ di soldi in modo da metterli da parte per poi potersi sposare, poiché all’epoca il cambio per la vecchia lira era molto favorevole. Passarono così tre anni. Tre anni in cui non s’erano mai visti dal vivo ma si sentivano quotidianamente in chat o al telefono, tre anni in cui lui aveva fatto dei fotomontaggi con le loro immagini per provare l’ebrezza d’avere almeno una foto assieme, tre anni in cui Mario si proiettava nel futuro insieme alla sua bella in Portogallo. Dopo tre anni, raggiunta una congrua cifra, finalmente Mario si decise ad andarla a trovare.

Appena arrivato nel paesino di lei, però, ebbe subito una brutta una sorpresa: lei non era quella delle fotografie che gli aveva inviato nel corso degli anni, era una ragazza bruttina e pure baffuta, tutta un altro tipo insomma. Lui però non si fermò alle apparenze. Si rese conto che non l’amava certo soltanto per la sua estetica ma per la sua anima, perciò cercò di sorridere alla sorte (anche perché ormai si trovava lì) e di perseguire quel progetto di vita comune che s’erano prefissati. E qui giunse la seconda brutta sorpresa: lei aveva dovuto spendere parte dei soldi perché la madre era stata molto male e aveva dovuto sostenere cure mediche molto alte. Mario non si fermò nemmeno stavolta, dicendole che per iniziare bastava anche una piccola cifra. Così, con quello che era rimasto, riuscirono a comprare un piccolo appartamento dove andarono a vivere insieme, con la madre di lei.

Dopo appena tre mesi, però, lei (sempre lei!) conobbe un altro ragazzo… e scappò con lui, lasciando sia Mario che sua madre, che era immobilizzata a letto a causa della sua malattia. Attualmente Mario vive in Portogallo e si prende cura della madre della ragazza, nell’attesa di poterla affidare ad una struttura competente (o a qualcun’altro) e di poter fare ritorno a Napoli.

Per quanto assurda sia questa storia… è vera. E voi? Avete sentito/vissuto follie analoghe?

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, La sfiga, Legge di Murphy, Orrore a 33 giri. Bookmark the permalink.

15 Responses to Strane storie d’amore

  1. Ma con tante foto va a postare la foto con i condom!!
    Argomento Amore : Non so che dirti , le mie storie passate e quello che vedo tutti i giorni , mi hanno portato a pensare e a credere che trovare la persona giusta sia molto difficile in quanto scarseggia la serietà delle persone.C’è una facilità di rapporti sessuali, di tresche e corna che mi ha spiazzato.
    Ma nonostante tutto io ci credo e spero ancora di trovare un unica persona con cui condividere , crescere , maturare insieme…e che cavolo 7 miliardi di persone su questo pianeta e non riesco a trovarne una che abbia affinità con me, che sia in grado di farmi sognare.
    Quando si ha una delusione ci si dice sempre : basta non ci casco più…..ma poi ci si ricade …. in fin dei conti uno ci spera sempre che sia la volta buona.

  2. dal chianti says:

    se siete cresciuti, e credete, che l’ erezione sia un sentimento … ben vengano le sòle prima che procreate, ché allora saran solo dolori e causerete molti danni (per chi è responsabile)
    la donna (o l’ uomo) come “proprietà” sancita con il matrimonio … riflettete su chi ve l’ appioppa in questo modo, dato che dal tempo di Costantino chi s’ è riprodotto e procreato son stati gli schiavi, gl’ invasori e i preti.

  3. Carlo says:

    Oddio, speriamo veramente che su 7 miliardi di persone circa, c’è una disgraziata da qualche parte disposta a condividere la vita con me…e che miseria.

  4. dal chianti says:

    l’erezione è un sentimento ❤

    per cui basereste una relazione sul consumo di salciccia e cotica ?? caro gli costa
    ricorda che anche pasta e fagioli è buona … te la mangerai tutte le sere ??
    aribuon pro vi faccia … e statevene nel vs recinto (per chi la pensa come te) … il mondo (fuori del-dal recinto) non è per voi
    tali figli di degni genitori rinconconiti
    di nuovo tanti auguri e non più a disposizione

    • La Rockeuse says:

      Cosa vorrà dire mai rinconconiti? Mah.
      Non mangio pasta ogni sera, giusto una volta la settimana, seguo una dieta piuttosto rigida a causa di problemi allo stomaco.
      Le relazioni si basano su molte cose, dipende dalle persone, of course.
      Auguri a te e non dimenticarti di lasciarci il nominativo del tuo pusher!!!

  5. Demart81 says:

    Tema. Un giorno qualcuno ti chiederàààààààààààààààààà: cosa pensi dell’amor?

    L’amore è una parola, l’amore vero non esiste, è solo nei sogni di chi ha passato una triste gioventù (dambadambadmbadam)

  6. dal chianti says:

    Cosa vorrà dire mai rinconconiti? Mah.
    mi domando come hai fatto ad essere così presto patentata “giornalista” quando potrei dirti di vere giornaliste che ancora 16enni, dopo aver visto “qualcuno volò sul nido del cuculo” si-mi chiese, tutta turbata, s’ era vero
    la sua è una laurea in psicologia … ed è una fior di giornalista
    ecco, per me tu sprechi il tuo ingegno e con ciò ti auguro un debortoli o lerner che dir si voglia …
    avranno anche bisogno di P.R. !!??

    • La Rockeuse says:

      Si spero anche io di poter abbracciare de Bortoli molto presto, sono certa che andremmo d’accordissimo!
      Comunque scrivi maluccio, my dear, forse avresti bisogno di fare una capatina alla facoltà dove Demart ed io ci siamo laureati, aiuteranno anche te!
      Comunque ho fatto presto perché sono un genio, mi pare ovvio.

      p.s. nome del pusher, ORA!

  7. dal chianti says:

    non sono per l’ esotico, amanita panterina … ma solo la cuticola

  8. dal chianti says:

    o bietola a minestrone

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s