Ironie della sorte

Patatine al pollo arrosto: ulteriore segno dell’apocalisse.

Cari, è sabato sera e molti sono influenzati perché fa freddo. Forse è dunque la malattia che,  intaccando il cervello, ha fatto diventare la gente più deficiente del normale. Ve lo dico perché volevo condividere con voi alcune immagini che mi hanno lasciata particolarmente basita.

Una è questa, che francamente non trovo affatto divertente. Primo perché la Fallaci non mi è mai piaciuta troppo, secondo perché trovo questa battutina di cattivo gusto… a parte che dubito fortemente che lei, anche se fosse in vita, si sarebbe messa alla guida di una cosa così all’avanguardia e lontana dal suo modo d’intendere il giornalismo.

La seconda è questa amena immagine è questa, che trovo davvero da denuncia. Ma vi pare il caso, come stiamo messi, di fare ANCHE apologia del fascismo? Ma la gente come sta messa? Ma perché? Il fascismo (ma anche il nazismo) è qualcosa che non riesco a concepire, il solo pensiero mi fa bollire il sangue nelle vene. Credo che le persone che ancora (???) anacronisticamente abbracciano questi ideali siano degli ignoranti folli. Mah.

E voi? Sconvolti come me?

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Lavoro, Legge di Murphy, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri, Scoop!. Bookmark the permalink.

16 Responses to Ironie della sorte

  1. Mia says:

    Ciao scusami ma i prodotti che usi sono sempre quelli del video? e le ciglia finte di che marca? Ma solo alla fine cioè? le tagli?
    E scusami XD XD XD ancora una cosa sui capelli… ma i tuoi di che colore sono? Ma si rovinano molto a tingerli? Vorrei fare le meches ma mi hanno detto che si rovinano un sacco!
    Ciao e scusami!

    • La Rockeuse says:

      Ma figurati!
      Allora, con ordine:
      si i prodotti sono sempre quelli che facevo vedere nel video, le ciglia finte sono Layla (ma di solito uso quelle della Essence, che sono davvero ottime). Le prendo, di solito taglio un pezzetto, magari la parte finale e la appiccico sulla palpebra mobile, vicino all’attaccatura delle ciglia! Sembra difficile ma in realtà è molto semplice, prova!
      I miei capelli sono castani, la radice non è nemmeno troppo chiara e sì, le meches li rovinano perché comunque li decolori, poi io li stiro pure quindi figurati… però l’hennè aiuta e se ti fai impacchi, maschere, balsamo…insomma usi i prodotti giusti, i capelli si tengono su bene!

  2. thegoodg says:

    Non solo è da pazzi fare apologia del Fascismo.
    E’ anticostituzionale.

    • La Rockeuse says:

      Anticostituzionale, da pazzi, vergognoso, irrispettoso.

      • Ahahahaha rido: la maggior parte delle cose che elencano nel manifesto sono invenzioni fasciste: infatti le famose sigle sono di loro invenzione.
        Una delle ACCISE che paghiamo nelle benzina, la famose del 44, è dovuta alla spedizione in Africa durante il secondo conflitto, e chi c’era?…se sto sparando stronzate correggetemi eh.

  3. Per chi ha fatto l’immagine sul fascismo.. sarei curiosa di sapere quanto rapidamente sceglierebbe di pagare le diciassette tasse elencate, tutte insieme, piuttosto che andare in guerra. Che lo vada a dire agli amici di mia nonna morti in Russia o a mio nonno che è stato spedito in Grecia come soldato.
    Bah. Ormai la gente non sa più di cosa parla.
    Per quanto le tasse rompano le palle (specie quando, come in Italia, non ritornano indietro in nessun servizio pubblico di sorta), sono sempre meglio di una dittatura.
    PS. E mi meraviglio che non abbiano tirato fuori che con Mussolini i treni erano in orario!

    • La Rockeuse says:

      Totalmente d’accordo, infatti sono ignoranti come delle capre, facci caso. Gente che appunto, non ha idea di com’erano davvero le cose. Altro che treni in orario!

      • Demart81 says:

        (peraltro non vorrei dire una sciocchezza, ma il debito non era alto, se anche c’era eh, perché avevamo vinto la guerra, ma sicuramente ci sarà chi queste cose le sa per certo; inoltre il pareggio di bilancio fu raggiunto già nel 1875 dal governo Minghetti, a suon di lacrime e sangue dei governi della destra storica, tipo tassa sul macinato eccetera)
        Ecco, magari mandare a studiare questi ignoranti fascisti che ci scommetto si riempiono la bocca di fascismo e slogan, ma non conoscono per niente la storia, sono malati di violenza e bullismo ma non saprebbero citare mezzo discorso di Mussolini, solo gli slogan più triti e ritriti.
        Magari scoprirebbero tante cose sul loro idolo.

  4. Adriana says:

    Come canta Caparezza, ‘Quando c’era lui i treni partivano in orario / Quando c’era lui ci deportavano in orario’. Oltretutto, la maggior parte dei nostalgici di oggi in realtà sono nati dopo la caduta del fascismo, quindi non sanno proprio di cosa parlano. In seconda liceo la mia scuola ci portò a visitare Mauthausen, chiaramente non è stata una gita di piacere ma si è rivelata un’esperienza molto formativa. Quando vedo alla tv o trovo su internet qualche negazionista posso dire ‘Non ci casco, io ho visto’.

  5. premesso che la Fallaci non la sopporto neanche da morta, fin al punto che mi dispiace che sia mia concittadina (contrappasso di aver anche Terzani)…non condivido la maggior parte delle sue idee e la rabbia ed il disprezzo che ha spesso messo nell’esprimerle…
    però il suo modo di intendere il giornalismo è il Giornalismo…
    paragonarla all’Huffington post, che conosco solo di nome e quindi il mio è un pregiudizio, è come paragonare la bistecca alla fiorentina con l’hamburger di McDonald’s…e ovviamente la bistecca non è l’Huffington post…

  6. La Rockeuse says:

    @Momo ripeto, ignoranza a palate! e c’è pure gente che dice che questa non è apologia del fascismo!!!

  7. Demart81 says:

    (Ma la tassa sul celibato? L’oro alla patria? Ne vogliamo parlare?)

    • La Rockeuse says:

      Mah oggi su FB un amico (che solitamente è di sinistra) mi ha detto “non so se davvero stiamo messi meglio rispetto al fascismo”. Per me ha iniziato a bucarsi.

      • Demart81 says:

        Il fatto è che questo periodaccio fa sbarellare e non poco, è difficile mantenersi lucidi quando si vedono certe scene in politica. Il ventaglio è dal facile e cieco entusiasmo alla delusione che fa dire palesi stronzate o fare quello che avevo riassunto come “i nemici dei miei nemici sono miei amici”. Anche per me è difficile mantenermi lucido, evitare di guardare i TG mi sta almeno salvando in parte il fegato, e facendomi vedere le cose con un minimo di obiettività o quantomeno di visione personale, non filtrata dalle parole dei giornalisti schierati (il TG3 ormai lo considero alla stregua del TG1, solo dalla parte opposta, il tifo da stadio è lo stesso).
        L’unica cosa che vedo peggiorata rispetto al ventennio fascista è la testa dei capi della sinistra. Allora erano messi a tacere, uccisi, costretti a scappare ma pensavano, eccome se pensavano. Ora non pensano. E questo sì mi fa paura, perché non riesco a immaginare un dopo, o meglio temo di sprofondare nuovamente nel prima.

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s