Perché nessuno parla della Sicilia?

Tutto il popolo della rete oramai ben conosce la situazione del Movimento dei Forconi e il conseguente blocco dei trasporti che c’è da diversi giorni in Sicilia.

Per chi non lo sapesse, il Movimento è nato nella primavera 2011 dalla combo tra i pastori sardi e gli agricoltori siculi e chiede al governo regionale e nazionale degli sgravi fiscali sul costo dei carburanti prodotti nelle raffinerie delle isole e misure economiche d’ausilio per autotrasportatori, agricoltori e pescatori disoccupati per via della crisi. Hanno poi sposato la causa dei Forconi anche molti studenti e cittadini, convinti effettivamente che l’adesione massiccia al movimento potrebbe veramente cambiare qualcosa.

Ora non vi farò pistolotti sull’economia di questo Paese, del Sud in generale o di qualsiasi altra cosa, non solo perché non ne sono in grado ma anche perché c’è chi sa farlo molto meglio di me, quindi vi consiglio di leggere qui se volete approfondire l’argomento. L’unica cosa che mi sento di dire non è solo che il Mezzogiorno risente della crisi ma soprattutto che i lavori in campo agricolo (ma anche in quello artigianale, se vogliamo) non interessano più nessuno, poiché faticosi e poco gratificanti, perciò gli unici che si prestano a farli oramai sono soltanto gli immigrati clandestini, che lavorano a nero e in condizioni di enorme disagio.

Allargando il discorso ci sarebbe da dire che qui non c’è lavoro manco a pagarlo ma sono cose che si sanno e parlarne è inutile, visto che tanto non cambia niente comunque. Mi direte voi, come mai gli organi di stampa non parlano di quello che sta accadendo in Sicilia? Questo in realtà è parzialmente vero: oggi ho sentito la notizia al TG3 e l’ho letta anche su vari quotidiani nazionali poi per fortuna, grazie ad internet, non possiamo parlare di disinformazione. Il vero problema è: qualcuno porrà rimedio a tutto questo? Il Governo, le istituzioni, dove sono? 

 

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Giornalismi&giornalai, Lavoro, Legge di Murphy, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri. Bookmark the permalink.

21 Responses to Perché nessuno parla della Sicilia?

  1. Demart81 says:

    Occhio che le cose non sono sempre come sembrano.
    E te lo dice uno che avrebbe preferito le elezioni anticipate, e che attualmente preferirebbe un calcio nelle palle all’attuale governo, e che soffre come una bestia ferita a vedere la propria parte politica appiattita sulle montiane politiche, e gente più giovane di me che si professa di sinistra avere orgasmi multipli appena vede la faccia di Monti in tv o in rete.

  2. Silvia says:

    Ciao! Ho lasciato un premio “virtuale” per te sul mio blog!

  3. Lifeislife says:

    Attenzione movimento di estrema destra. Almeno quelli che si celano dietro la sigla Forza d’urto

  4. Per me siamo un paese dove non si pensa alle conseguenze , si sà che se si aumenta il prezzo della benzina inevitabilmente anche i prezzi delle merci trasportate aumentano….forse è il prezzo da pagare per la nostra negligenza nei confronti di una classe politica che sta li da 20 anni , e non mi sembra che abbi fatto chissà che cosa, tranne forse insultarsi in pubblico per poi scherzare tra di loro.
    Ora che c’è questo governo tecnico tutti esigono miracoli….siamo un paese arretrato che non sa valorizzare le ricchezze che ha , e non mi riferisco solo alle opere d’arti ma anche in campo dell’agricoltura , dell’artigianato ,della forza e della voglia che hanno i giovani di migliorare.

    @Demart81 C’è gente che ha orgasmi multipli quando vede la faccia di Monti? che gusti!!!
    scherzi a parte, ritieni che la classe politica sia competente, per me dovrebbero andare tutti a casa .

    • Demart81 says:

      Assolutamente d’accordo sull’incompetenza della classe politica. Ma il governo Monti non mi soddisfa perché è lontanissimo dalla mia visione della politica, in quanto non è un governo di sinistra, tutt’altro.
      E no, non è un governo tecnico nel senso di neutro. Le scelte che fa sono politiche, molto politiche. Certo, è paradossale che un governo tecnico faccia scelte più politiche dei governi partitici scorsi.

      • @Demart81 Comprendo il tuo punto di vista e i fatti al momento ti danno ragione, ma ancora non voglio dare un giudizio su questo governo tecnico, dare giudizi prematuri non è da me. La cosa positiva di tale Governo e che sono aperti al dialogo, cosa che mancava a questo paese.
        Non ritengo paradossale che tale governo faccia scelte politiche così decisive , anzi io ci speravo , sono dei cambiamenti che sono duri ma bisognava farli, bisogna modernizzarci .

    • La Rockeuse says:

      Totalmente d’accordo!!!

  5. Demart81 says:

    Scusa Bruno, ma ci sono un paio di cose che non mi sono molto chiare.
    1) Perché sarebbe prematuro giudicare il governo in carica? Non si è insediato ieri, mi pare che già abbia fatto delle cose, tipo la manovra, per dire (e no, non vale il discorso del “ma si doveva fare per forza così”, si poteva fare anche colì, colà o cosà, le cifre sono cifre, la modalità di raggranellamento denari è quella che fa la differenza fra Monti, Tremonti, Duemonti e Quattrofiumi); quanto al resto, mi sembra che stia facendo tanti tira-e-molla, partendo sempre da un punto di vista che è quello ben noto, di una destra liberista e moderna, presentabile e senza i valligiani razzisti con l’elmetto con le corna, ma pur sempre destra filopadronale.
    2) Non dai giudizi, ma ritieni i “cambiamenti” duri ma necessari. Non è un giudizio anche questo? E poi a quali cambiamenti ti riferisci, le liberalizzazioni? Finché non le vedo non ci credo.

    • @Demart81 Mi sembra prematuro giudicare perche siamo ancora all’inizio (siamo a 3 mesi) ed ho visto sia segnali positivi come la credibilità acquistata all’estero , come l’incontro della Fornero con gli imprenditori ed il suo rammarico che non ci fosse neanche una donna, sia segnali negativi come il caso Malinconico, e ti ricordo che la manovra per “salvare il portafoglio” dell’Italia è stata fatta sia perche c’è lo chiedeva la UE , e sia per calmare la tensione finanziaria. Che ci piaccia o no il mondo è governato dal capitalismo (cosa che a me non va tanto a genio) , quindi per fare bella figura Napolitano chi doveva mettere?
      Il modo di racimolare il denaro è di destra…ok, ma sulla tematica del Lavoro il piano Fornero, propone un contratto unico e posto fisso dopo 3 anni ,e allo stato attuale esistono 48 contratti censiti dall’Istat …a me non sembra male come proposta.
      Se il governo “del fare” non faceva finta di niente e attuava fin dall’inizio cambiamenti radicali (come l’argomento delle pensioni, la tassa sulla casa) ora tutti questi sacrifici non li dovevamo fare, o forse sarebbero stati minori.
      Scusami ma prima dell’avvento del governo Monti ti rendevi conto che le cose in Italia non andavano e che anche se facciamo parte della UE non eravamo alla pari con gli altri paesi in termini di pensioni , legge su lavoro, sul rispetto dell’ambiente , sulla giustizia, sullo stipendio dei politici…quindi i cambiamenti li ritenevo necessari ma non perche sono masochista ma per essere al passo con altri paesi. Se c’è una moneta unica perche non ci sono legge uniche?

      • Demart81 says:

        Questo a me non sembra un buon motivo per ingoiare felici e contenti ste politiche, le responsabilità del precedente governo sono sotto gli occhi di tutti tranne degli ultras che non le vogliono vedere, ma questo non significa che dobbiamo per forza “meritarci questa merda”, come giustamente dice un altro blogger.
        Pagare il debito? Ok. Salvare l’euro? Ok.
        Ma con altre politiche, il debito è un saldo alla fine dei conti. Con le politiche incarnate nella manovra il saldo lo accumuli, certo. Ma poi? La crescita? La stimoli liberalizzando i tassì?
        La credibilità all’estero mi sembra un po’ pochino per esser contenti di questo governo, proprio perché meno credibile di Berlusconi mi pare difficile potesse essere chicchessia; le lacrime della Fornero, boh, sono state sopravvalutate come la nota ironica di Monti sul cenone, certo bella e divertente, ma davvero è questo che ci serve? Due lacrimucce e uno sbeffeggiamento di Calderoli? Sul contratto unico e posto fisso dopo 3 anni prima di tutto aspetto di vedere come si attuerà, poi questo non è che ti garantisce nulla, sempre devi fare i 3 anni di contratto a tempo determinato, cosa ti fa pensare che chi oggi fa le continue sostituzioni di praticanti, lavoratori a progetto, solo per il fatto che la Fornero fa il piano lavoro darà lavoro alla stessa persona per 3 anni e poi l’assumerà? Ci vogliono regole certe, garanzie, tutto il resto, scusami, ma è fuffa. La Fornero è anche quella che vuole levare l’art.18 e che ha creato una bella rissa fra i polli di Renzo, i garantiti dall’art.18 e i non garantiti. Come se a creare la situazione attuale fossero stati i garantiti.
        Per concludere, scusami tu e scusami Rory per la prolissità: non possiamo sempre guardare indietro e dire “eh ma prima c’era Berlusconi”. Sarebbe anche ora di segnare una totale discontinuità con il quasiventennio. Laddove discontinuità non significa soltanto non mettere le mani a culo alle donne durante gli incontri internazionali.

  6. Salvatore says:

    Mi sa che stanno aspettando il momento che noi non vogliamo arrivasse mai: la “Rivolta”, poi non ho ancora capito lo “Statuto Speciale” a che serve se poi non interessa a nessuno della nostra SICILIA… e allora perchè non essere come SAN MARINO per conto proprio e pensiamo solo a noi,come loro pensano solo ad essi??? QUINDI LOTTIAMO PER AVERE LA NOSTRA LIBERTA’ che spetta a tutti…! Aiutatemi a far girare questa notizia, perchè il Problema di Noi Siciliani è molto grave…e basta parlare sempre e solo della Nave Concordia. Con tutto ciò la gravità della nostra situazione è importante e capiamo il dramma della nave, ma noi siamo in mare aperto a morire di fame, ma non Frega a NESSUNO ! Poi denuncerei il fatto che questi politici, abbastanza stipendiati, non facciano il suo dovere… a cosa ci servono? mandiamoli a casa tutti e diventiamo Noi Popolo il nostro governo.

    • La Rockeuse says:

      Caro Salvatore, io sono totalmente d’accordo con te anche se non penso che il popolo possa autogovernarsi poiché non è cosa semplice. Ad ogni modo, stiamo facendo girare la notizia, io per prima considero la Sicilia la mia seconda casa e quindi cerco di prodigarmi per fare qualcosa di utile 🙂

  7. @Demart81 la merda non c’è la meritiamo ma sta di fatto che siamo nella merda. Io continuo a guardare al passato per poter dire MAI PIU’…..il clima politico che circola non mi piace ormai siamo già in campagna elettorale e i partiti cercano di farsi belli d’avanti alla plebe.
    Ricordati le campagne precedenti,tutti i partiti hanno sempre buttato fumo negli occhi.
    Ho letto che lunedi 23 gennaio ci sarà una manifestazione a Piazza del Plebiscito simile al movimento dei forconi , e anche in altre località italiane come Pescara . Questa è la volta buona che scoppia una rivoluzione .

  8. Demart81 says:

    Saranno i fascisti a fare la manifestazione, Bruno. I fascisti.
    Ecco, tornando al topic, quello che penso del governo mi pare averlo esposto abbastanza chiaramente. Ma questo non mi fa per niente salutare con soddisfazione questa protesta colorata di nero nero nero. Cioè, per me, e son convinto anche per te, non vale la formula “i nemici dei miei nemici sono i miei amici”.

  9. alfredinik says:

    Reblogged this on Episodio XII and commented:
    Tutto giusto e sacrosanto, ma non viene in mente a nessuno che questo movimento in realtà sia guidato da ForzaNuova? Forza Nuova è un movimento neofascista del Nord Italia e sta sollevando i “forconi” del Sud per promuovere un cambio di governo. Dite che esagero? Beh 40 anni fa è successa la stessa identica cosa in Cile. Come faccio a dire che c’è Forza Nuova dietro ai Forconi? Beh per quello vi rimando a questo link http://www.fanpage.it/l-ombra-di-forza-nuova-sul-movimento-dei-forconi/

    • La Rockeuse says:

      Loro si definiscono apolitici. Mah! Alcuni amici siciliani mi dicono che il movimento non afferisce a Forza Nuova ma alcune persone interne ad esso sono di quel movimento. Mah.

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s