Altri tempi, altri orgasmi

Questa foto ben esprime la mia casalinghitudine e trashamma, quindi la metto qui sperando v’ispiri simpatia.

Partiamo col solito post domenicale di piccole news riguardanti il piccolo mondo antico della Rockeuse. Inizierei col parlare di Facebook, croce e delizia di internet, che con la sua rinnovata veste grafica rischia di far rispuntare fuori altarini sepolti nei meandri del tempo. Voglio dire ma chi se ne frega di quello che facevamo nel 2008? e se non volessi far sapere quello che facevo nel 2008 alla gente che frequento ora nel 2012? Perché devono uscire fuori quelle foto orripilanti di quando avevo i capelli color tavernello?! Che cosa veramente pessima. Come ha detto qualcuno, se Zucchino lì – cognome impronunciabile (il creatore di fb) avesse avuto buone idee, non avrebbe dovuto fregare l’idea di Facebook.

Riguardo ai social network ma Google+ è definitivamente naufragato, vero? In effetti mi è sembrata un’idea suicida dall’inizio, anche se sotto sotto ci speravo, un po’ come Diaspora, che secondo me si doveva chiamare Sahara, visto che è sempre stato un deserto. Che battutoni faccio!

Intervisterò (ancora!) una persona bella bella bella bella bella che io adoro adoro adoro adoro e non sto veramente nella pelle! Anzi, piccolo quiz, sorpresa a chi indovina chi è! (Indizi: è un musicista che apprezzo molto e avevo già intervistato in passato!)

Questa settimana vorrei fare un bello scoop, giusto per iniziare in bellezza il Santo Natale, quindi colgo l’occasione per dire all’intervistato (se mi legge), che si preparasse un bella notizia bomba da darmi, qualsiasi cosa sia, mi va bene tutto, pure una cosa falsa. Accetto anche una proposta di matrimonio, come mi ha suggerito il mio Gatto, sono certa che chiedere a una giornalista di sposarla durante un’intervista è una cosa che nemmeno Franco Califano oserebbe ma che potrebbe avere il suo perché ed essere ripresa anche da Dagospia!

Ho una tosse terrificante che ho mischiato anche al Chitarrista e suppongo a quelli che vivono con me, mi dispiace tantissimo ma non è colpa mia, ho anche preso il cortisone ma non passa!

A proposito di cose trash ma anche tristi, ho dovuto occultare nella mia borsa una cornicina natalizia con dentro una foto dell’ex ragazza di mio cugino. Onestamente non capisco perché ci debba essere questa iconoclastia delle immagini degli ex: puoi buttare via una foto ma mica il tempo trascorso con loro o il ricordo, quindi che senso ha? Personalmente non ho mai fatto molto caso alle foto dei miei ex, magari non me le vado a riguardare ma le tengo in qualche cassetto o stipate in qualche pendrive/cd a caso, non ho mai sentito il bisogno di distruggerle per sempre. Voi che ne pensate?

Uno mi perseguita perché gli faccia non so che recensione a non so cosa che ha scritto e onestamente non so proprio come fargli capire che non ho voglia di fare questa recensione. Suggerimenti?

Il Natale mi fa andare un po’ in paranoia, non so come mai. Tipo oggi mi è venuto un flash con me che dovevo organizzare un cenone per ottomila parenti e mi sono sentita male. Poi mi stanno venendo tic nervosi e fisime strane, come quella della caduta dei capelli… aiuto!

Oggi mi sentivo particolarmente la spazzatura della famiglia, mi è venuto un malanimo mentre pensavo che i miei genitori preferiscono gli altri figli e così via, cose di ordinaria amministrazione quando si è dei poveri bambini come me. Sono andata a pranzo da mia nonna e le ho parlato della cosa e lei mi ha detto poco convinta “Ma dai non credo che tua madre non ti voglia bene…” e poi, capendo che la cosa non m’aveva consolato affatto, mi ha detto “Vabbè c’è la genovese, mangiane un pochino col pane!” lei detesta quando qualcuno mangia il sugo col pane, è una cosa che permette di fare solo a me e questa tal cosa mi ha fatto sentire meno spazzatura di prima.

Mamma quanto malanimo! Pensiamo positivo che è Natale, dai!

Il MANTRA della settimana sarà quindi: BONDAGE!

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Bimbominkiate, Carolina Invernizio, La sfiga, Me, Non vi drogate bambini, Orrore a 33 giri. Bookmark the permalink.

14 Responses to Altri tempi, altri orgasmi

  1. Demart81 says:

    La fisima della caduta dei capelli sta venendo a me (ne ho tanti però), mi sono pure comprato lo shampoo alla chinina. Però la tua foto con i capelli color Tavernello MO CE LA DEVI FAR VEDERE.
    Al tipo digli “preferisco recensire Le ultime lettere di Demart piuttosto che il tuo libro, anzi preferisco fare del bondage con Lele Mora”.

  2. Bob says:

    Come scoop gliedigli tu di sposarlo scusa, meglio di così.
    Su chi è non so, è giovane o vecchio?
    Non so te ma io pure le foto delle mie ex preferisco non avercele davanti, non mi dimentico di loro ma è inutile tenersi le loro fotografie a meno che non siano compromettenti e tu non voglia ricattarle… e questo mi sa che potrebbe essere il tuo caso, non si sa mai.
    A Natale siamo depressi tutti.
    Minchia mi ricordo quando eri rossa, parevi un uomo.

  3. Con un titolo del genere è impossibile non commentare il post…

    ah, altri tempi…

  4. Demart81 says:

    Sì, farmacia o parafarmacia.

  5. Neanche io faccio caso alle foto delle ex , ma io a differenza tua le cancello dato che non so cosa farmene , non sono un tipo che vive nel passato , e poi le incontro ancora tutt’ora anche se il loro comportamento è ambiguo perchè : quando mi vedono o fanno finta di non vedere o cambiano strada quando mi vedono (una cosa patetica) , poi ti aggiungono (e sottolineo aggiungono) su facebook.
    Per il tizio che ti perseguita per la recensione sei sicura che ti perseguiti per la recensione , forse sei la sua ossessione , di gente strana c’è ne è fin troppa.
    Il Natale ti fa andare in paranoia!? Devi sapere che come è consuetudine a casa mia si fa una specie di referendum natalizio(e questo già fa capire che spirito natalizio abbiamo in casa) per scegliere quale angolo della casa occupare per piazzare l’albero o il presepe , poi vi è l’ ardua scelta : albero o presepe? Ormai da anni l’albero si piazza in casa dall’8 dicembre , e non viene mai acceso , e ribadisco mai , ed uno cerca di stare il meno possibile a casa , perchè se non fosse per l’albero uno non associa che sta finendo un’altro anno e che i progetti e i traguardi prefissi giusto un anno prima stanno ancora li , irrealizzati.

    • La Rockeuse says:

      Quat’è vero che spesso i progetti rimangono irrealizzati… e troppo spesso neanche per colpa nostra!
      Ma ho promesso che non farò più malanimi, quindi non dirò niente a riguardo!
      Però il referendum per dove mettere albero e presepe è troppo carino!
      A casa di mia madre quest’anno lei non ha messo neanche una sola pallina 😦
      Non so, per ora mi rompe l’anima solo con questa recensione ma comunque cerco di capire, magari effettivamente gli piaccio… o peggio!
      Per quanto riguarda le foto, a me son proprio indifferenti, nel senso che non sento alcun bisogno di occultarle, non mi fanno nè caldo nè freddo e non capisco come mai mio cugino si sia posto questo problema!
      Poi gli ex che ti aggiungono su fb… deve essere un male comune, mi è capitato spesso!

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s