Al Consolato è bello andar… ma pure a canale 9!

Ammetto che quando vedo i marines davanti al Consolato mi prende sempre paura.

E dire che non ho mai avuto guai con la giustizia! MAH! Allora, vi racconto un po’ di cose. Oltre a canale 9, ho iniziato a fare lo stage al consolato americano a Napoli (of course). Inutile dire che le ambasciate, i consolati, sono ambienti bellissimi e per una patita come me della cultura americana, ovviamente è un’occasione bellissima.

Purtroppo, questo periodo è molto travagliato, quindi le misure di sicurezza sono estreme e non posso neanche scattare foto senza autorizzazione, volevo farvi vedere il mio ufficio (ho un ufficio mio, vi rendete conto???) ma non posso, almeno per ora.

E’ faticoso, perché la tv mi impegna molto, senza contare che sono due tipi di esperienze molto diverse, perciò faccio un po’ di fatica ma spero che siano solo i primi giorni. La cosa più assurda è che mi hanno detto che il console non ama l’abbigliamento casual (jeans e sneakers) anche se io, purtroppo, non posseggo pantaloni, nè camicie, nè giacche…. ok, so che è assurdo, ve lo avevo già detto ma è vero. Sono una punkabbestia inside. Se devo esser sincera, sono andata in jeans in questi giorni, nessuno mi ha ripresa ma ero praticamente l’unica (almeno negli uffici non a contatto col pubblico) ad indossarli… non mi sono però sentita a disagio perché li sono veramente gentili, non mi trattano come un’umile povera disgraziata di stagista ma mi fanno prendere veramente parte attiva alla vita consolare, il che non è cosa da poco.

Altra chicca è che il consolato è in territorio americano: i pc sono americani, con tastiere americane senza vocali accentate e soprattutto, per telefonare devi fare il prefisso italiano, cosa che da subito mi ha fortemete esaltata. C’è anche un addetto alla sicurezza simpaticissimo di nome Shannon che fa sempre il caffè americano e mi ha anche dato una mug tutta mia (*_*). Non vedo l’ora di tornarci, anche se fino a martedì sarò incasinatissima con le elezioni il che è un danno.

Ma vi ho detto che sto presentando le serate Destinazione Neapolis, ossia le selezioni per le band emergenti che suoneranno al Neapolis festival? Non è fighissimo? Se poi riuscissi anche a dormire qualche volta….

Advertisements

About La Rockeuse

Eh, ce ne sarebbero di belle da dire.
This entry was posted in Carolina Invernizio, La sfiga, Lavoro, Legge di Murphy, Rock'n'roll, Scoop!. Bookmark the permalink.

4 Responses to Al Consolato è bello andar… ma pure a canale 9!

  1. Adriana says:

    Dai, però questo stage al consolato sembra davvero bello 🙂

  2. mirtilla says:

    Ciao Rory!
    dev’essere proprio una bella esperienza questa al consolato!
    davvero ci sono i marines davanti? mi incuriosisce perchè davanti al consolato americano qui a Firenze ci sono italianissimi soldati, quelli che sono stati messi qualche anno fa in giro per le città italiane dal governo, però forse a Napoli funziona diversamente?

    • La Rockeuse says:

      Mia cara ciao 😉
      allora, a Napoli c’è la base NATO, quindi molti militari (e marines) della Nato lavorano per il consolato. In più, da quando Locklear dirige le operazioni verso la Libia da Napoli, hanno rafforzato le misure di sicurezza, infatti accedere è drammatico ogni mattina 😀

Dammi amore!

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s